Paralizzato torna a camminare grazie alle cellule del naso

Paralizzato torna a camminare grazie alle cellule del naso

Gli scienziati hanno agito rimuovendo uno dei bulbi olfattivi

da in Malattie, Ricerca Scientifica, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Paralizzato torna a camminare grazie alle cellule del naso

    Un uomo paralizzato torna a camminare grazie alle cellule del naso. E’ una tecnica messa a punto da un gruppo di medici inglesi e polacchi, che ha permesso a Darek Fidyka di tornare a muoversi dopo molto tempo. L’uomo è rimasto paralizzato dopo un accoltellamento. Gli scienziati sarebbero riusciti a trattare con successo il caso riparando il midollo spinale grazie ad un trapianto di cellule prelevate dal naso del paziente. L’ex pompiere polacco è tornato a muoversi grazie ad un programma di ricerca che da diversi anni viene condotto in Polonia e in Inghilterra.

    Gli scienziati hanno rimosso uno dei bulbi olfattivi dell’uomo, che contengono delle cellule specializzate capaci di favorire un rinnovo continuo delle fibre nervose del sistema olfattivo. Le cellule sono state iniettate nel midollo spinale, proprio nel punto in cui era presente la lesione, e contemporaneamente sono state innestate delle fibre di tessuto nervoso che sono state prelevate dalla caviglia dell’uomo. I ricercatori affermano che proprio le fibre nervose sono in grado di rigenerare il midollo e di riparare la lesione.

    L’uomo è riuscito a camminare con l’aiuto di un deambulatore nel 2014, dopo un intervento effettuato nel 2012 e dopo molte sedute di fisioterapia. Lo stesso paziente, però, spiega adesso di aver avvertito altri progressi importanti.

    In particolare Darek Fidyka ha spiegato di sentirsi più forte, di avvertire ogni muscolo e di sentire la pressione dei piedi sui pedali del triciclo. L’uomo ha spiegato che un anno fa non sarebbe riuscito a pedalare. Il paziente attualmente cammina spesso con la sedia a rotelle, perché la ritiene meno faticosa, ma è in grado di muoversi lentamente anche con delle stampelle.

    Si tratta di un risultato molto interessante, che potrebbe aprire nuove prospettive nella ricerca scientifica in relazione ai pazienti paralizzati. I risultati dello studio, però, devono essere ancora confermati. I medici hanno deciso di avviare un nuovo progetto arruolando altre due persone con il midollo del tutto reciso. Il capo del progetto spiega che se si riuscisse a riempire lo spazio del midollo in casi come questi, si riuscirebbe a trovare una vera e propria cura per la paralisi e si potrebbero aiutare altri soggetti con lesioni più comuni.

    I ricercatori cercano due persone che possono arrivare da ogni parte del mondo, che devono avere tra i 16 e i 65 anni e che possono vivere per tre anni in Polonia. Tutti i trattamenti per loro saranno completamente gratuiti.

    476

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieRicerca ScientificaSalute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI