Fame nervosa: cos’è e i rimedi per combatterla

Diventare consapevoli del problema, fare ricorso alla fitoterapia e all’omeopatia: le strategie più efficaci

da , il

    Fame nervosa: cos’è e quali sono i rimedi per combatterla? Si tratta di un disturbo alimentare che implica il non avere un corretto rapporto con il cibo. Si sente l’urgenza di mangiare e non si può più aspettare. Di solito si prova il desiderio di mangiare cibi grassi e calorici, in grado di fornire in maniera immediata energia. Spesso ci si sente pieni, ma si ha ancora voglia di mangiare, per poi, dopo aver assunto cibo a dismisura, essere pervasi dai sensi di colpa. Il cibo diventa un modo per soffocare le ansie, le paure e le frustrazioni. Tutto questo può essere affrontato: vediamo le strategie a cui fare ricorso.

    1. Capisci i motivi

    Il primo passo per liberarsi dalla fame nervosa è quello di comprendere fino in fondo i motivi che spingono a mangiare in maniera irrazionale. Proprio per questo sarebbe opportuno scrivere un diario alimentare, che possa essere definito anche emozionale. Vanno annotate quelle che possono sembrare le cause o gli eventi che apparentemente spingono a portare avanti questa tendenza. Soltanto in questo modo si può trovare un’alternativa in altro che può gratificare e si impara ad affrontare le proprie paure.

    2. Scegli bene gli alimenti

    Aumenta le tue conoscenze in tema di alimentazione, informati bene, non lasciarti ingannare dai messaggi pubblicitari e, quando vai a fare la spesa, non scegliere gli alimenti a caso, ma leggi bene le etichette.

    3. Dedica più tempo al sonno

    Dormire poco può avere un legame diretto con lo stress e la tendenza a mangiare in modo eccessivo. Questo accade perché poche ore di sonno favoriscono la produzione della grelina, l’ormone che stimola l’appetito. Rimedia, cercando di dormire in maniera regolare.

    4. Usa i rimedi naturali

    Alcune piante messe a disposizione dalla natura possono essere risolutive agendo sull’aspetto psicologico del problema, soprattutto per calmare l’ansia e per risolvere l’insonnia. L’arancio amaro, il biancospino e il tiglio hanno un’azione sedativa e inducono al rilassamento, aiutando a sentirsi meglio nelle situazioni che più mettono a disagio e facendo sentire più tranquilli nei periodi di stress.

    5. Utilizza i rimedi omeopatici

    Anche l’omeopatia presenta una varietà di rimedi contro l’ansia, lo stress e l’irritabilità, che sono tutti fattori che possono scatenare la fame nervosa. In particolare l’omeopatia consiglia l’aconitum napellus, l’argentum nitricum, l’arsenicum album, l’ignatia amara e il lycopodium. Può essere utile anche la pulsatilla, adatta soprattutto alle persone insicure, che trovano nel mangiare un rifugio dalle emozioni negative.