Fare sport allunga la vita, ma solo se non si esagera

da , il

    Fare sport allunga la vita, ma solo se non si esagera

    Fare sport allunga la vita, ma solo se non si esagera. Che lo sport faccia bene e aiuti a prevenire tante patologie è fuori discussione, ma che esso possa rivelarsi anche inutile è scoperta degli ultimi giorni. Un’analisi pubblicata sul Journal of american medical association riassume i principali studi sul tema e arriva a una conclusione sorprendente: 15 e più minuti di attività fisica al giorno regalano dai 3 anni di vita in più, ma chi esagera con lo sport non ha nessun beneficio, come quelli che non ne fanno affatto. Una conclusione davvero sorprendente, che farà riflettere molti sportivi sfegatati.

    Lo studio è stato condotto da Thijs Eijsvogels, del dipartimento di fisiologia umana alla University Medical Center di Nijmegen nei Paesi Bassi. Il ricercatore ha riassunto i principali studi al mondo condotti in materia ed ha concluso che 15-90 minuti di movimento di tipo moderato al giorno regalano dai 3 anni ai 14 anni di vita in più. Ad esempio, bastano dai 5 ai 10 minuti al giorno di corsa per ridurre il rischio di morte per malattie cardiovascolari. Chi, invece, corre per 60/90 minuti al dì si aggiudica lo sconto più alto di tutti, in termini di riduzione della mortalità. In particolare chi supera da 3 a 5 volte i fatidici 30 minuti di movimento quotidiano (o i 75 minuti più intensi settimanali) raccomandati dagli specialisti, ha il tasso più basso di mortalità per patologie cardiovascolari e viene premiato con 14,2 anni in più rispetto a chi non si muove. Insomma, fare sport, anche nella misura di 60-90 minuti al giorno, aiuta a vivere più a lungo. Ma, attenzione a non esagerare.

    Secondo la stessa ricerca, infatti, chi esagera non guadagna nulla in termini di riduzione della mortalità per patologie cardiovascolari. “Non ci sono limiti ai benefici – commenta Eijsvogels – ma la riduzione dei rischi sembra calare ad alte dosi di attività fisica. La relazione fra dosi di movimento e salute sembra essere proporzionale alla quantità”. E, conclude lo studioso: “Non si conoscono con certezza i limiti all’attività fisica, ma le dosi di sport superiori ai 100 minuti al giorno non sembrano ridurre la mortalità. L’attività fisica è di sicuro la migliore medicina per prevenire le patologie e la mortalità e queste ricerche ci dicono soprattutto che lo sport fa bene a dosi minime. Non ci sono scuse, bastano dieci minuti al dì per avere benefici”.

    Insomma, secondo questa recente ricerca, non andrebbero superati i 100 minuti al giorno di attività fisica. Prima di questa soglia, invece, lo sport non può che farci bene, anche se svolto quotidianamente.