Le 7 conseguenze del dormire poco

Le 7 conseguenze del dormire poco
da in Insonnia, Salute, Sonno
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 11/11/2015 12:42

    Dormire poco comporta delle conseguenze. Per la nostra salute è fondamentale dormire bene, per questo, se soffriamo di insonnia, dovremmo cercare tutti quei rimedi che ci permettono di usufruire di un riposo migliore. Più che altro dovremmo indagare sulle cause che stanno alla base delle nostre difficoltà ad addormentarci e a portare avanti, nel corso della notte, delle ore di riposo adeguate. L’insonnia non fa bene e potrebbe avere delle ripercussioni da non sottovalutare sul nostro organismo. Il sonno si configura, infatti, come un vero e proprio toccasana. Vediamo tutti i rischi di chi dorme poco.

    Dormire bene e a sufficienza è importante per preservare la salute del nostro sistema immunitario. Sono diversi gli studi che hanno dimostrato che chi non dorme bene va incontro a una maggiore possibilità di incorrere in delle malattie. Tutto questo è determinato dal fatto che, se si dorme poco, diminuisce la produzione di citochine. Secondo la ricerca scientifica, nelle persone che non possono contare su un buon riposo agirebbero di meno anche i vaccini.

    Stare svegli troppo a lungo provoca differenti tensioni, che possono influire sul nostro tono dell’umore. Tra l’altro esiste una correlazione evidente tra il dormire poco e l’adeguata produzione di serotonina, la sostanza che riesce a mantenere alto il buonumore. Di conseguenza chi non dorme bene ha una più alta probabilità di cadere in depressione.

    Dormire poco fa ingrassare. Non è soltanto una diceria, perché il tutto trova conferma a livello scientifico. Se non si dorme bene, si innalza il valore della grelina, l’ormone della fame. Si è, quindi, portati a mangiare anche cibi che fanno ingrassare di più e questo può determinare il sovrappeso. Sono proprio i chili di troppo che stanno alla base di numerose patologie, fra le quali anche il diabete: chi dorme poco può avere valori della glicemia più alti.

    Quando dormiamo, la pressione sanguigna si stabilizza, anche perché siamo meno soggetti al nervosismo. Se non dormiamo in maniera regolare, lo stress può influire sui valori della pressione e, se la condizione si protrae a lungo, c’è un maggiore rischio di sviluppare malattie che interessano l’apparato cardiovascolare.

    I ricercatori hanno dimostrato che il dormire poco ha delle conseguenze anche per ciò che riguarda l’invecchiamento cerebrale e cutaneo: aumentano le rughe e diminuiscono le capacità intellettive. In generale si ha un impatto negativo sull’età del cervello e della mente, addirittura nel tempo si modificherebbe anche il volume della materia grigia.

    Durante il sonno si attivano quelle aree cerebrali che sono preposte alla rielaborazione e alla memorizzazione delle informazioni. Ecco perché, se non si dorme bene, si cominciano ad avere delle difficoltà di apprendimento.

    Sono diversi gli studi che dimostrano come esista una correlazione fra sonno adeguato e minore rischio di incorrere nello sviluppo di alcuni carcinomi. La ricerca scientifica è riuscita a dimostrare che la possibilità di usufruire delle giuste ore di sonno incida positivamente anche sullo stato di salute di chi già è ammalato di tumore.

    676

    PIÙ POPOLARI