10 cose inquietanti che puoi trovare nei fast food

10 cose inquietanti che puoi trovare nei fast food
da in Alimentazione, Salute

    Alcune cose inquietanti che puoi trovare nei fast food. C’è chi non rinuncerebbe mai ad hamburger e patatine fritte, da gustare in pochi minuti. Eppure su alcuni aspetti dei fast food ci sarebbe proprio da ridire. Non si tratta soltanto dell’uso di ingredienti scadenti, ma anche delle condizioni igieniche, che, ad un’attenta analisi, si possono rivelare precarie. Per non parlare poi dell’eccesso di calorie: è veramente difficile mettere piede in un fast food e restare in forma. E’ vero che a volte, soprattutto quando non si ha molto tempo da dedicare al pranzo, siamo pronti ad adattarci. Ma ci conviene davvero?

    Forse non tutti lo sanno, ma in alcuni cibi tipici del fast food è usato il biossido di silicio, che viene utilizzato come agente antiagglomerante. Riesci a pensare di mangiare qualcosa contenente questo elemento, senza provare un senso di inquietudine, pensando che la sabbia è la maggiore fonte proprio di biossido di silicio?

    Le patatine fritte possono essere tenute nella friggitrice per un tempo molto lungo. Magari pensi che ti servano quelle fresche, ma può succedere anche che vengano tenute nell’olio per quasi una settimana.

    Apparentemente i distributori di bevande sembrano puliti. Ma qualche insidia si può nascondere all’interno. I contenitori che si trovano dentro i distributori e nei quali vengono versate le bevande da erogare non sempre vengono puliti per bene. Un trucco consiste nello sbirciare nell’apertura, dalla quale fuoriesce il ghiaccio, per vedere se ci siano tracce di muffa.

    Se sei a dieta, non pensare che l’acquisto di un’insalata in un fast food sia una buona idea. A volte le insalate tipiche dei fast food possono avere anche più calorie di un hamburger.

    Attenzione anche alle uova strapazzate che vengono vendute nei fast food. A volte non si tratta di prodotti freschissimi. In molti casi, per comodità, queste uova strapazzate vengono preparate con polvere mischiata ad acqua e poi riscaldata.

    Se pensi che il tuo hamburger del fast food sia fatto interamente di carne macinata, ti sbagli di grosso. In alcuni casi è stato scoperto che la carne macinata di questi locali contiene soltanto il 36% di carne.

    Non sempre gli hamburger che vengono venduti a buon mercato sono affidabili al 100%. Molte volte si tratta di carne eccessivamente grassa, che contiene scarti inquietanti. Se vengono venduti a basso costo, un motivo c’è sempre.

    I pasti per i bambini che è possibile rintracciare al fast food spesso vengono arricchiti con molto zucchero, in modo che il gusto risulti più appetibili. Tutto ciò li rende non molto salutari.

    Il formaggio del fast food non sempre è tale al 100%. Circa il 49% molto spesso si compone di additivi, di prodotti chimici e di aromi.

    I segni che contraddistinguono la griglia sulla carne non sempre sono rapportabili ad una grigliata vera e propria. Spesso questo aspetto viene messo a punto attraverso un sistema di fabbricazione, aggiungendo i segni della griglia prima ancora che la carne arrivi nel locale.

    978

    PIÙ POPOLARI