NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Le 6 droghe più strane di cui non hai mai sentito parlare

Le 6 droghe più strane di cui non hai mai sentito parlare
da in Droga, Salute

    Alcune droghe più strane di cui non hai mai sentito parlare. Quando pensiamo alle sostanze stupefacenti, ci vengono subito in mente quelle più conosciute. Non pensiamo che ci possono essere delle sostanze “curiose” in grado di agire sul sistema nervoso al pari delle droghe più comuni. Sono sostanze psicoattive, che sono in grado di alterare l’equilibrio psicofisico dell’organismo. Sono capaci di sviluppare una dipendenza fisica, mettendo il nostro corpo e la nostra mente nelle condizioni di non riuscire a funzionare senza la loro assunzione. Scopriamo di quali si tratta.

    Non tutti sanno che anche il gas freon, normalmente utilizzato nei condizionatori, possa avere degli effetti del tutto simili alle più comuni sostanze psicoattive. Proprio questo gas è chiamato “la nuova droga dei poveri” e viene sniffato direttamente dai condizionatori. Sembra aver dilagato tra i giovanissimi americani. Il freon, se inspirato in grandi quantità, può causare gravissimi danni. Nelle città americane sono arrivate moltissime denunce di proprietari di abitazioni che hanno raccontato di aver subito proprio il furto di questo gas dal loro condizionatore.

    Lo jenkem è un allucinogeno, che viene ricavato dagli escrementi umani fermentati. E’ stato particolarmente diffuso tra i bambini di strada nello Zambia, nella metà degli anni ’90. I ragazzini avrebbero ricavato questa droga mettendo feci e urine in un barattolo o in un contenitore chiuso. Si conservava il tutto per una settimana e si lasciava fermentare al sole. I fumi inalati provocano delle forti allucinazioni uditive e visive. Le conseguenze sono molte, dalla mancanza di flusso di ossigeno al corpo fino alla morte.

    Il benzo fury è un composto di anfetamina e feniletilamina, in grado di produrre una forte dipendenza e di scatenare un effetto di assuefazione. Questa sostanza psicoattiva viene venduta soprattutto online. Può provocare stati di euforia, agitazione, ansia fino al panico e può indurre alla morte.

    Questa droga sintetica viene chiamata anche “del cannibale” o “degli zombie”. E’ chiamata così perché ha effetti devastanti sul sistema nervoso. Riesce ad azzerare i freni inibitori e può condurre perfino ad atti di cannibalismo. Il suo nome deriva principalmente dagli effetti devastanti che può avere sulla pelle.

    Detta anche ayahuasca o “droga di Dio”, è da sempre utilizzata dagli sciamani della foresta amazzonica e della cordigliera delle Ande per riti che hanno come scopo la comunicazione con il divino. Cintiene la dimetiltriptamina, un allucinogeno che, quando viene ingerito sotto forma di bevanda, può restare in circolo nel corpo umano anche per qualche ora.

    Questa sostanza è chiamata anche “il respiro del diavolo”. I nazisti la usavano prima di interrogare i detenuti e si dice che venga usata anche dai servizi segreti di tutto il mondo, come una sorta di “siero della verità”. La scopolamina è in grado di provocare sonnolenza, amnesia, tachicardia, secchezza delle fauci e degli occhi, blocco della sudorazione, dilatazione innaturale delle pupille, vertigini, nausea e vomito. A dosi elevate può causare anche allucinazioni e coma. L’overdorse di scopolamina può condurre al delirio, alla paralisi, alla perdita di coscienza e alla morte.

    810

    PIÙ POPOLARI