Dove si compra la cannabis nei Paesi in cui è legale?

Dove si compra la cannabis nei Paesi in cui è legale?
da in Droga, Marijuana, Salute
Ultimo aggiornamento: Martedì 22/11/2016 16:31

    Come si fa a comprare l’erba nei paesi dove è legale? Dove si compra la marijuana? Nei Paesi dove la marijuana è illegale i consumatori non possono fare altro che rivolgersi al mercato nero degli spacciatori, con tutti i rischi del caso, ma nei Paesi che hanno aperto alla liberalizzazione e alla legalizzazione, le possibilità per l’acquirente sono diverse. Le varie legislazioni nazionali sono molto diverse fra loro, si noti solo che anche negli stessi Stati Uniti ciascun governo federale ha proprie norme in merito. Vale comunque sottolineare un dato importante, e cioè che secondo i dati dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, nei Paesi dove le droghe sono depenalizzate il consumo è minore rispetto a quelli dove non lo sono e i controlli sono maggiori sia per quanto riguarda il mercato che la qualità del prodotto. Ecco dove comprare legalmente la marijuana in un viaggio virtuale nei Paesi del mondo.

    E’ la prima startup del mondo dedicata alla marijuana, si chiama GreenBits ed è un software gestionale per la compravendita di erba che aiuta i commercianti che vendono l’erba, uno strumento che consente ai negozi di comprare e vendere marijuana in maniera facile e sicura con una app sul proprio iPad. L’ha creata Ben Curren e farà sicuramente successo negli Usa, in quegli Stati dove è libera anche per uso ludico.

    Di recente in è stato legalizzato l’uso per scopo ricreativo. In posti come Denver ci sono tanti negozietti in cui andare a comprare la cannabis in tutta tranquillità scegliendo tra varie qualità.

    L’Alaska ha legalizzato il consumo di marijuana (lo era per scopi terapeutici già dal 1998) approvando un legge sul consumo, la coltivazione e il possesso di marijuana, ma per la creazione di un mercato regolamentato con il rilascio delle prime licenze per la vendita bisogna aspettare il 2016.

    Nello stato dell’Oregon è legalizzato il consumo della cannabis e si può andare in negozi che offrono come merce esclusivamente marijuana.

    Tramite un referendum di iniziativa popolare anche nel District of Columbia si è adottata una legislazione volta alla legalizzazione del consumo di marijuana a scopo ricreativo, quindi i consumatori possono comprare la merce direttamente in negozio, a Seattle, ad esempio.

    La California è stato il primo stato americano a legalizzare la marijuana per uso terapeutico nel 1996. Esistono centri autorizzati alla produzione di cannabis, centri specifici di trattamento e strutture parafarmaceutiche di distribuzione.

    Nel South Dakota, in un territorio abitato dagli indiani Sioux c’è il primo resort dedicato alla marijuana, con un bar dove ordinarla e un lounge dove poter consumare gli spinelli in perfetto relax.

    In Uruguay la cannabis è legale ma ci sono norme che ne regolano produzione, distribuzione e vendita, è stata approvata il 10 dicembre. Chiunque sia maggiorenne può coltivare un massimo di sei piante di marijuana (per un totale annuale di massimo 480 grammi a persona). Per comprare bisogna essere residenti e iscriversi in registri appositi. Poi si va in farmacie autorizzate che vendono un massimo di 40 grammi al mese a testa.

    In Olanda la marijuana è tollerata e si può comprare solo all’interno dei coffe-shop nelle quantità indicate E’ possibile anche coltivare fino a 5 piante per uso medico e detenere un massimo di 5 grammi per uso personale. E’ vietata la vendita ai minori.

    Fumare hashish e marijuana è possibile in Spagna grazie ai Social Cannabis Club, nei quali la marijuana non viene venduta ma distribuita e condivisa tra i membri dell’associazione – i quali, al momento dell’iscrizione, si impegnano a consumare cannabis all’interno del club, a non portarla fuori per venderla e a non acquistarla illegalmente.

    1347

    PIÙ POPOLARI