Bambini vegetariani: Umberto Veronesi dice sì

Bambini vegetariani: Umberto Veronesi dice sì
da in Alimentazione, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Bambini vegetariani: Umberto Veronesi dice sì

    Bambini vegetariani: Umberto Veronesi dice sì. E’ emerso di recente un caso di cronaca che ha visto protagonista un bambino ricoverato per sintomi da carenza di vitamina B12. I genitori, infatti, avevano scelto il regime vegetariano per il piccolo. Veronesi, chiamato ad esprimersi su questa scelta di vita, ha spiegato perché essere vegetariani è un bene e sarebbe la scelta migliore anche in fase di svezzamento.

    La vitamina B12 è quella che si assume normalmente mangiando carne; per questo i vegetariani potrebbero esserne carenti. Almeno, così si riteneva qualche anno fa. Oggi, invece, secondo diversi nutrizionisti, eliminare la carne sarebbe possibile assumendo altri alimenti che contengono la vitamina B12.

    Le opinioni sono le più discordi. Alcuni medici ritengono che i grassi animali sono nocivi, soprattutto nell’età evolutiva.

    Altri, invece, pensano che l’alimentazione vegetariana e quella vegana, siano adatte a tutte le fasi della vita, comprese la gravidanza e l’infanzia.

    Veronesi, vegetariano convinto, appoggia proprio quest’ultima posizione e spiega perché è la scelta più salutare, anche nella delicata fase dello svezzamento dei neonati.

    Secondo il professore, infatti: “Abituare un bambino ad adottare una dieta vegetariana sin dallo svezzamento significa dargli un vantaggio indiscutibile in termini di salute, perché lo si dota di una difesa forte e duratura contro molte malattie dell’età adulta. E’ principalmente nell’infanzia che si acquisiscono gli stili di vita che ci accompagneranno per tutta la vita”.

    Le certezze scientifiche al riguardo sarebbero diverse. Come riporta lo stesso Veronesi, infatti: “E’ dimostrato che i vegetariani sono dal 20 all’80% più protetti dalle malattie cardiovascolari, il 40% più protetti dal cancro e dal 20 al 60% più protetti dall’alta pressione arteriosa”. Inoltre, “alcuni studi hanno osservato che i bambini vegetariani si ammalano meno già all’asilo, perché hanno difese immunitarie migliori rispetto agli onnivori, che seguono invece una dieta che favorisce una risposta infiammatoria più forte”.

    Da ultimo, Veronesi ricorda che la scelta vegetariana è quella più salutare anche per gli adulti e che, per quanto riguarda i bambini più grandi, questa può essere anche un modo per spiegare loro concetti etici, “per introdurre un bimbo sin dall’infanzia a un mondo in cui non è necessario massacrare e uccidere altri esseri viventi”.

    E tu, sei pronto per diventare vegetariano?

    437

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneSalute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI