Allarme caldo: guidare con 35 gradi è come farlo da ubriachi

Allarme caldo: guidare con 35 gradi è come farlo da ubriachi
da in Salute
Ultimo aggiornamento:
    Allarme caldo: guidare con 35 gradi è come farlo da ubriachi

    Guidare con 35 gradi nell’abitacolo dell’auto equivale a farlo con un tasso alcolemico di 0,5 grammi per litro di sangue. Ebbene sì, potrebbe essere anche questa una delle tante conseguenze del caldo torrido di questi giorni. Un fattore a cui non tutti pensano ma che, invece, è stato denunciato dalla Casa automobilistica spagnola Seat, che proprio in questi giorni ha reso noti i risultati di accurate ricerche effettuate insieme agli esperti del settore.

    “Quando è molto caldo, la gente di solito presta attenzione ai consigli quando deve andare fuori di casa e camminare per strada – avverte Angel Suarez, ingegnere presso il Centro Tecnico Seat a Martorell – ma pochissimi sono consapevoli che è altrettanto importante seguire alcuni importanti regole durante la guida in condizioni di caldo intenso”.

    Il rischio, secondo lo stesso Suarez, sarebbe legato ad alcune abitudini sbagliate degli automobilisti, che farebbero abbassare i loro riflessi alla guida come accade con un tasso alcolemico di 0,5 grammi per litro di sangue. Di qui l’idea di suggerire alcuni accorgimenti per evitare problemi, consigli che riguardano soprattutto l’utilizzo del climatizzatore.

    Sembra, infatti, che uno degli errori più comuni che si fa quando si utilizza il climatizzatore sia quello di non aerare correttamente la macchina prima di avviarla. “Se apriamo i finestrini per circa 30 secondi prima di accendere l’aria condizionata – consiglia Suarez – il picco iniziale di calore si dissipa da solo”. Questa la prima raccomandazione contro il caldo record.

    I tecnici Seat raccomandano anche di regolare il climatizzatore, se è previsto, sull’impostazione auto in modo che l’aria fresca venga distribuita uniformemente all’interno dell’abitacolo.

    Inoltre, anche se fuori è particolarmente caldo e afoso, “non conviene impostare la temperatura sotto ai 21 gradi – spiega Suarez – per non aumentare il consumo di carburante”.

    Infine, non bisogna dimenticare di garantire anche all’auto un buon grado di “idratazione”, controllando che i livelli dell’olio e del liquido dell’impianto di raffreddamento siano a posto e che le pressioni di gonfiaggio dei pneumatici siano a norma.

    Insomma, tanti consigli utili per mettersi alla guida in sicurezza in questi giorni di caldo torrido.

    Scoprite anche gli altri rimedi naturali contro il caldo e la dieta consigliata in questi casi.

    436

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Salute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI