Ivan Basso, tumore: tutti gli atleti che hanno saputo sconfiggere la malattia

Ivan Basso, tumore: tutti gli atleti che hanno saputo sconfiggere la malattia
da in Ciclismo, Malattie, Salute, Tumore, Lance Armstrong
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/03/2016 16:02

    La notizia ha sconvolto il mondo dello sport: Ivan Basso è stato costretto ad abbandonare il Tour de France dopo che gli è stato riscontrato un tumore al testicolo. Il campione varesino è parso fiducioso per l’intervento a cui verrà sottoposto e sulla pagina ufficiale di Facebook ha voluto lasciare un messaggio per i suoi fans: Amo il ciclismo che mi ha dato tanto e mi ha insegnato a stringere i denti quando c’è da lottare. Nei prossimi giorni purtroppo non potrò stare in contatto con i miei compagni di squadra ma tornerò a farlo molto presto perché siete la mia forza. Farò un gran tifo per la mia squadra, la Tinkoff-Saxo, alla quale auguro di portare Alberto Contador, il nostro capitano, a Parigi in maglia gialla. Nei prossimi giorni purtroppo non potrò stare in contatto con voi, ma tornerò a farlo molto presto perché siete la mia forza!” Ivan Basso non è stato l’unico campione ad essere colpito da un tumore e molti grandi atleti hanno saputo rialziarsi e vincere la sfida contro la brutta malattia.

    Lance Armstrong è stato forse il caso più ecclatante di sportivo riuscito a tornare a vincere dopo aver sconfitto il tumore. Il ciclista americano, anch’egli con un tumore al testicolo, dopo due anni di assenza è tornato in strada e con la sua bicicletta ha vinto 7 Tour de France dal 1999 al 2005. L’americano però fu fermato nel 2011 per aver fatto uso di doping dal 1998 fino al 2011 e gli furono revocati tutti i titoli vinti ad eccezione del Mondiale vinto ad Oslo nel 1993.

    Anche nel mondo del calcio ci sono stati grandi uomini che hanno saputo prima sconfiggere il cancro e successivamente tornare sul prato verde. Il caso più bello ed emozionante è sicuramente quello di Eric Abidal, roccioso difensore del Barcellona di Guardiola. Al giocatore fu riscontrato un tumore al fegato nel 2011 e fu costretto ad essere operato. Dopo due mesi di assenza tornò in campo e vinse da capitano la Champions League. L’anno successivo gli fu trapiantato il fegato per il perdurare della malattia e riuscì a ritornare ancora in campo e giocare fino al 2014. Francesco Acerbi, difensore del Sassuolo ex Milan, è stato operato nel 2013 per un tumore ai testicoli. Dopo diversi mesi di cicli di chemioterapia è riuscito a sconfiggere il male e ritornare in campo con i nero-verdi. Storie simili con finali sempre emozionanti anche per Claudio RIvalta, difensore del Torino e Spezia, che fu operato per un raro tumore all’intestino e Jonas Gutierrez, centrocampista del Newcastle, anch’egli operato ai testicoli. Tutti questi calciatori sono riusciti a tornare in campo e regalarsi altre indimenticabili gioie sportive.

    Nella pallavolo ci sono stati di atleti che hanno saputo sconfiggere il cancro. Eleonora Lo Bianco, una delle pallavoliste azzurre più forti di sempre, ha sconfitto un tumore al seno nel Gennaio 2011. Qualche mese più tardi vinse il Mondiale con la Nazionale. Storia simile ed emozionante anche quella di Giacomo Sintini al quale venne diagnosticato un tumore al sistema linfatico che lo costrinse a letto per un anno intero. Dopo qualche mese di riabilitazione riuscì a conquistare l’abilitazione sportiva e con Trento vinse lo scudetto e il titolo di MVP. Sara Anzanello è stata per tanto tempo uno dei pilastri della nostra nazionale e mentre si trovava a Baku le fu diagnosticata una grave forma di epatite e venne ricoverata d’urgenza a Milano. Dopo aver trovato un fegato compatibile fu salvata e riuscì a giocare ancora un’ultima partita e attualmente lavora come team manager

    Anche altri campioni del mondo dello sport hanno saputo rialzarsi dopo aver scoperto di essere malati. Paolo Pizzo, fortissimo schermidore azzurro e campione del mondo 2011, quando era un ragazzino di appena 13 anni fu operato per un tumore alla testa. Favola bellissima anche quella di Lea Pericoli che, dopo una normale visita ginecologica, scoprì di avere un tumore al collo dell’utero. Operata d’urgenza tornò sul campi da tennis dopo appena sei mesi tornò a vincere un titolo. Anche nel mondo del Basket ci sono stati due grandi campioni che hanno saputo rialzarsi. Nenè Hilario, nel gennaio 2008, gli fu riscontrato un tumore ai testicoli e fu operato d’urgenza. Dopo l’operazione tornò a giocare dimostrando tutto il suo talento. Coby Karl , appena 24enne, scoprì di avere un carcinoma alla tiroide e fu operato. Una volta ristabilitosi tornò a praticare basket in giro per l’Europa.

    910