Droghe: quali sono le più diffuse e che tipi di danni provocano?

Droghe: quali sono le più diffuse e che tipi di danni provocano?
da in Droga, Salute
Ultimo aggiornamento: Giovedì 21/01/2016 11:03

    Il mondo delle droghe è veramente vasto e fuorviante, visto quanto spesso la composizione di queste cambi. Ormai non solo vengono spacciate per le strade e nei locali, ma anche su Internet: dal 2014 questa è una delle “vie” più battute da chi le vende e il consumo è sempre più in crescita. In questo articolo approfondiamo ciascuna delle più diffuse, specificandone gli effetti collaterali post assunzione, sperando che possa dissuadere soprattutto i più giovani dal provarne una, rischiando magari la vita. foto flickr.com

    Spice, Bonzai, May, n-Joy, Happy Tiger Incense, Skunk, Infinity, Hurricane, SoulMan, Aura, Oceanic Herbs, Mean Green. Dentro ci sono un mix di erbe di composizione ogni volta diversa, i cannabinoidi sintetici sono dieci volte più forti della Cannabis e si trovano sotto forma di incensi, liquidi iniettabili o da spruzzare su erbe. Danno un senso di rilassamento ed euforia, fra li effetti collaterali a breve termine abbiamo agitazione, allucinazioni, ansia, attacchi di panico, nausea e vomito molto forti, sonnolenza, disorientamento, amnesia, paura, mania di persecuzione, tachicardia, ipertensione, mancanza di respiro. A lungo termine i cannabinoidi sintetici possono portare a dipendenza (già dopo poche assunzioni), anoressia, impotenza, psicosi, convulsioni, tendenze suicide e aumento del rischio di tumori. foto: flickr.com

    Meow Meow, Flakka M-Cat, Mojo, Yellow Submarine, White Columbia, Beauty Essentials Bath Salts, Atomic Fever, Yo Yo Hard, Ivory Wave, Magic, Super Coke, PeeVee,Vanilla Sky, Flower Magic, Kamikadze, Xtacy, Extreme Star Dust, Hurricane Charlie, Dogs Bollix, Sextasy, Orange Orbits, Stardust, Blow, Recharge, Charge+, Lucky, El Padrino, Coco Jumbo, Sunrise, Techno. I catinoni sono i componenti principali di queste droghe, fra questi i più diffusi sono mefedrone, metilone e MDPV e hanno un effetto stimolante ed eurforizzante. Si trovano in forma di pasticche o polveri da inalare, sostanze solubili e iniettabili. A breve termine danno senso di paranoia, attacchi di panico, convulsioni, mal di testa, nausea, tachicardia e palpitazioni, dolore al petto, bruxismo, ipertensione, sangue dal naso e vista offuscata. A lungo termine c’è un alto rischio di dipendenza, con l’uso assiduo ictus, infarto, edema cerebrale, psicosi, pensieri suicidi, auto-mutilazioni, comportamenti autodistruttivi e sono stati segnalati casi di morte. foto freepik.com

    K, special K, kit kat, tac et tic, cat valium, vitamin K, ket, super K, Kaddy, Kate, Ket, Kéta K, Jet, Super acid, 1980 acid, Special LA coke, Super C, Purple, Mauve, Green. Dentro ci sono ketamina, anestetico analgesico principalmente ad uso veterinario, e analoghi sotto forma di liquido inodore e incolore da iniettare, polvere da sniffare o capsule da ingerire. Provoca allucinazioni ed esperienze dissociative, spesso imprevedibili. Mai combinarla con alcool, barbiturici o valium per evitare l’aumento di probabilità di eventi avversi. A breve termine provoca attacchi di panico e paranoia (sensazione di deformazione del corpo frequente), ansia, angoscia, delirio, perdita dell’orientamento e incapacità di controllare il corpo, problemi di memoria, delirio, vertigini, tremori, perdita temporanea di coscienza, tachicardia, depressione del sistema respiratorio, vomito, disturbi urinari. A medio-lungo termine rende tolleranti alla sostanza e occorre aumentare la dose per avere lo stesso effetto, provoca disturbi gravi della memoria, tossicità diretta sui neuroni (amplificata dall’uso contemporaneo di alcol), psicosi durature, flashback. Sono stati registrati decessi. foto flickr.com

    Solaris, Smiles, N-bomb, Benzo Fury, Libellula, Bromo DragonFLY, T-Seven, Lucky Seven, Seventh Heaven, Tripstacy. Dentro pasticche, francobolli/cartoncini da leccare, capsule, integratori alimentari venduti spesso come ecstasy, troviamo appunto feniletilammine (in particolare 25-NBOME e derivati) dagli effetti stimolanti e allucinogeni. A breve termine causano confusione, pensieri ossessivi, paranoia, panico, nausea, vomito, diarrea, disturbi della vista, sensazioni di corpo estraneo (rossore al viso, brividi, pelle d’oca,), tachicardia. L’assunzione assieme all’alcol e in ambienti caldi come le discoteche può portare a una grave ipertermia con danni irreversibili al cervello, fino a convulsioni, coma e morte. A medio-lungo termine si soffre di problemi renali fino al blocco, danni epatici, disturbi psichici e cardiovascolari. Sono stati registrati decessi. foto flickr.com

    Arlequin, Regenboogies, Arc-en-ciel, Duhovka, Rainbow, PEP, Bliss. Dentro a pasticche vendute come ecstasy troviamo piperazine e analoghi, dagli effetti a volte stimolanti a volte allucinogeni. A breve termine causano ansia, paranoia, confusione, tremore, attacchi di panico, nausea e vomito, mal di testa, sensazione di calore o brividi e freddo, sensazione di oppressione a livello toracico, aumentata sensibilità alla luce e al rumore, convulsioni. Nel lungo periodo possono portare a insufficienza renale e decesso. foto flickr.com

    Droga dello stupro, Rohypnol, ecstasy liquida, liquid X, liquid E, alcover, Blue verve. Sotto forma di liquido insapore e incolore troviamo dell’acido gamma-idrossibutirrico o GHB, che ha effetti rilassanti ed aumenta il desiderio sessuale. Può rendere totalmente in balia degli altri, viene usata per adulterare le bevande delle ragazze e poi violentarle. Mescolata all’alcol può portare al coma e il giorno successivo si hanno vertigini, nausea, confusione e non si ricorda quanto accaduto. Frequente l’overdose con perdita di conoscenza, convulsioni, depressione respiratoria. Nel medio-lungo periodo di utilizzo provoca dipendenza fisica e crisi d’astinenza con ansia, tremori, crampi muscolari e insonnia. foto flickr.com

    Superman, Batman, Playboy, ecstasy, Adam, bomba, chicca, Speed, Glass, Crystal, Ice, Eve, Speed for Lovers, Love Drug, Golden Eagle, Pink Wedge, Crank, Shaboo. Sono pasticche di amfetamine sintetiche, fra cui l’ecstasy, sotto forma di pasticche, polvere o cristalli da inalare o iniettarsi, con effetti euforizzanti. Tolgono il senso di fame, sete e stanchezza. A breve termine causano allucinazioni, ansia, attacchi di panico, vomito, crampi addominali, pupilla dilatata e difficoltà visive, ipertensione, tachicardia, colpo di calore, che può portare anche al decesso per arresto cardiaco soprattutto quando vengono consumate in ambienti caldi e affollati come le discoteche. Nel medio-lungo periodo possono provocare down psicologico con depressione, dipendenza psicologica e tolleranza, danni a reni, fegato e sistema immunitario. Estremamente tossica sui neuroni, ne provoca una degenerazione irreversibile dando quadri simili al Parkinson e all’epilessia con danni evidenti anche dopo una sola assunzione. La shaboo (metamfetamina pura) deturpa il viso di chi la assume quando ne vengono inalati i vapori. foto flickr.com

    LSD, acido, trip, cartone. Sotto forma di francobolli, cartoncini e granuli troviamo dietilamide dell’acido lisergico che altera i sensi e ha effetti psichedelici. A breve termine è molto probabile il “bad trip”, soprattutto se si assume in un ambiente affollato e rumoroso o assieme all’alcol, perché amplifica in negativo percezioni ed emozioni. Fra i sintomi abbiamo irrigidimento muscolare, tachicardia, respiro affannoso, ansia, attacchi di panico, paranoia, deliri di persecuzione, bocca asciutta, sudorazione, nausea, vertigini. Nel lungo periodo di assunzione provoca psicosi croniche, ansia, depressione, turbe psichiatriche, disturbi visivi frequenti e invasivi. foto flickr.com

    Angel dust, Zoom, Peace, Crystal, Good sono i nomi comuni per la fenciclidina o PCP. Si trova sotto forma di pasticche, polvere, capsule o liquida e può essere ingerita, fumata o inalata ma anche iniettata o spruzzata su erbe da fumare. Ha effetti stimolanti e allucinogeni. A breve termine può causare nausea, vomito, sonnolenza amnesie , difficoltà di linguaggio e movimento, spasmi muscolari, convulsioni, agitazione e impulsività, psicosi acuta, depressione, paralisi, coma. Nel medio-lungo periodo causa stato confusionale permanente, paranoia, attacchi di panico, depressione. E’ pericoloso l’uso in soggetti con disturbi o fragilità psicologiche, è spesso causa traumi accidentali o auto-inflitti. In caso di overdose si possono verificare infarti e ictus. foto flickr.com

    Funghi magici, peyote, salvia divinorum. Come polveri, foglie o funghi da masticare troviamo mescalina, psilocibina e altre sostanze psichedeliche che provocano effetti allucinogeni. A breve termine si incorre in nausea, vomito, salivazione, ipertensione, ansia, panico, paranoia, delirio, vertigini, freddo. Mischiarle con altre sostanze ne rende imprevedibili gli effetti e nel lungo periodo provoca cambiamenti della personalità, turbe psichiatriche, psicosi durature, anoressia, distacco dalla realtà. fonte flickr.com

    È un alcaloide, si ottiene dalle foglie della coca (Erythroxylum coca), pianta originaria del Sud America e in particolare del Perù, della Colombia e della Bolivia, o per sintesi dall’ecgonina. Si trova come polvere da inalare o iniettare, oppure in cristalli da fumare (crack) dall’effetto stimolante ed euforizzante. Provoca paranoia, convulsioni, decessi per arresto respiratorio e nella fase “down” che segue velocemente all’effetto iniziale: depressione, ansia, prostrazione. L’uso combinato con alcol e altre sostanze è molto pericoloso, nel medio-lungo periodo può causare infarti, ictus, danni alla fertilità, ipertensione, aritmie, broncospasmo, stitichezza, nausea, vomito, malnutrizione e perdita di peso, delirio, ansia, allucinazioni, fobie persecutorie. foto flickr.com

    Derivato della morfina, componente dell’oppio, nota anche come Diacetilmorfina o Diamorfina. È una sostanza semisintetica ottenuta per reazione della morfina con l’anidride acetica, si trova sotto forma di polvere da utilizzare in soluzione iniettabile, si può sniffare o fumare come il Cobret, che ha effetti neurotossici molto potenti e provoca una tossicodipendenza grave in breve tempo: viene considerato “leggero” e assimilabile allo spinello, ma non lo è. Induce rilassamento e indifferenza alle emozioni negative. Nel breve periodo può portare a coma e morte per depressione respiratoria da overdose, oltre a prurito, restringimento delle pupille, rallentamento del cuore, calo della pressione, sonnolenza, pensieri confusi, stitichezza. Nel lungo termine causa dipendenza fisica e psicologica molto forte e si instaura velocemente. La sindrome d’astinenza comporta ansia, irritabilità, sudorazione, lacrimazione, secrezioni nasali, tremori muscolari, anoressia, insonnia, ipertensione, tachicardia, nausea, vomito, diarrea, insufficienza renale. foto flickr.com

    Zoom,o 5HTP. Allucinogeni sotto forma di polveri per inalazione o capsule, possono indurre pensieri confusi, difficoltà ad articolare le parole o muoversi, irrequietezza, tremori, tachicardia, aritmie, ipertensione, nausea, vomito, affaticamento, sonnolenza, visione sfocata. Nel lungo periodo gli effetti sono sconosciuti, sono però stati registrati casi di decesso. foto flickr.com

    Rave, Hi-Tech, Rush, Quicksilver, Ecstasy Pop, Locker Room. E’ nitrito di amile e simili in forma di liquido di cui inalare i vapori, ha effetti eccitanti ed euforizzanti. Causa ustioni se viene ingerito o viene a contatto con gli occhi, può danneggiare le mucose del naso, mal di testa, vertigini, collasso,palpitazioni, aritmie, può essere letale in persone con malattie cardiache o se preso assieme a farmaci per l’impotenza. Assunto con l’alcol è particolarmente pericoloso, è altamente infiammabile. Nel medio-lungo periodo può causare danni cerebrali con riduzione delle capacità di memoria e concentrazione, disturbi cardiaci, renali ed epatici. foto flickr.com

    Da essa si ricavano hashish e marijuana. Il principio attivo con effetti sul sistema nervoso è il tetraidrocannabinolo (Thc). Si trova come erba da fumare, ma anche in forma di tè, come polvere od olio e provoca un senso di benessere, euforia, rilassamento. Causa problemi di memoria, irritazione agli occhi, perdita di equilibrio, riduzione dei tempi di reazione, ansia, depressione, torpore, tachicardia, tosse, mal di testa, fame, nausea. Nel medio-lungo periodo provoca umore instabile, passività, apatia, calo nella capacità di tollerare frustrazioni, deficit della memoria e dell’attenzione, irritabilità, confusione, ansia, angoscia, manie di persecuzione, panico, episodi psicotici. E’ dannosa a livello immunitario e polmonare, può comportare impotenza e sterilità temporanea, anoressia, insonnia, anemia. foto flickr.com

    Sono composte da efedrina, caffeina, taurina e composti allucinogeni. Si trovano in forma di incensi, profumatori d’ambiente, sali da bagno, fertilizzanti, mix di erbe, polveri o pillole e promettono di aumentare le potenzialità cerebrali, di migliorare le performance fisiche, ma in genere tolgono solo il sonno. Effetti a breve e lungo termine sconosciuti. foto flickr.com

    Ha cominciato a circolare in Ungheria. È azzurro-verde e riporta impressa la F di Facebook, i componenti sono incerti. Può anche portare alla morte ed ha effetti imprevedibili. Non è nota la composizione, si suppone vi sia un mix di oppioidi e cannabinoidi di sintesi. foto flickr.com

    Mix di codeina, benzina, olio, detersivi, iodio. Ha effetti devastanti fin dalla prima assunzione e arriva a dissolvere il tessuto osseo ed è iniettabile per endovena. Causa euforia e rilassamento, può provocare piaghe purulente, perdita dei freni inibitori, aggressività, atti di cannibalismo. Dà dipendenza quasi immediata ed è molto difficile disintossicarsi. La speranza di vita è bassissima perché i danni agli organi interni sono massicci fin dalle prime assunzioni: i tessuti si “dissolvono” e pesso è necessario amputare gli arti. foto flickr.com

    Colle, solventi, vernici, combustibili, che contengono benzene, nitrato di amile, tricloroetano, butano e altro da sniffare direttamente dai contenitori. Causano euforia, ebbrezza, allucinazioni e nel breve termine provocano alito cattivo, occhi gonfi, eczemi e pelle danneggiata attorno al naso e alla bocca, nausea e vomito molto intensi, crampi addominali, tremori, incapacità di parlare, mancanza di coordinazione, impulsività, ipersensibilità alla luce, visione doppia, rigidità muscolare, possibile morte improvvisa per soffocamento o comportamenti pericolosi. Un uso prolungato può causare danni a rene e fegato, neuropatie, dolori articolari, ulcere a naso e bocca, danni a memoria, apprendimento e attenzione, depressione, irritabilità, cancro. foto flickr.com

    4363

    PIÙ POPOLARI