Onicomicosi: sintomi, cura e rimedi naturali

Onicomicosi: sintomi, cura e rimedi naturali
da in Piedi, Salute
Ultimo aggiornamento:

    I sintomi dell’onicomicosi sono diversi, ma la cura farmacologica e i rimedi naturali possono aiutare a risolvere efficacemente il problema. L’onicomicosi o, più semplicemente, micosi delle unghie, è un’infezione causata da funghi che colpiscono le mani, i piedi e le unghie, provocandone l’ispessimento, una variazioni nel colore e nella forma, fino al limite della perdita dell’unghia stessa. I funghi che causano la micosi delle unghie sono diversi; nella maggior parte dei casi, però, si tratta di dermatofiti, candide o muffe. Ma, quali sono i sintomi da cui riconoscere questa patologia?

    In caso di onicomicosi è possibile riscontrare per lo più una modificazione nel colore e nella forma dell’unghia. Questa, infatti, può apparire giallastra o tendente al marrone. In alcuni casi può addirittura annerirsi. Inoltre è possibile che, in caso di onicomicosi, l’unghia smetta di crescere o appaia deformata rispetto al normale. Infine, nei casi più gravi quando l’infezione non è stata trattata tempestivamente, è possibile che l’unghia diventi fragile, si sfaldi e alla fine cada.

    Al manifestarsi dei primi sintomi, per evitare uno sviluppo ulteriore della micosi e la possibile caduta delle unghie, è meglio recarsi subito dal medico, che prescrive i prodotti farmacologici più indicati. In questi casi, solitamente, vengono consigliati farmaci antimicotici, da assumere sia per via orale che topica (sotto forma di smalti o creme da applicare direttamente sulle unghie). I principi attivi più utilizzati per il trattamento dell’onicomicosi sono: il ketoconazolo (es. Ketoconazolo EG), l’amorolfina (es.

    Locetar), la naftifina (es. Suadian), il ciclopirox e i tolnaftati (es. Tinaderm). Tra i farmaci ad azione sistemica per l’onicomicosi, invece, gli imidazolici e i triazolici, da assumere sotto forma di compresse, solo su prescrizione medica e per il periodo e secondo le modalità suggerite dallo specialista.

    Se il trattamento farmacologico è quello consigliato nella fase di attacco, i rimedi naturali possono rivelarsi utili soprattutto per il trattamento delle recidive, perché meno aggressivi e quindi riutilizzabili con maggiore frequenza rispetto a quelli farmacologici. Tra i rimedi della nonna contro la micosi delle unghie, sicuramente il tea tree oil, ideale per fare il pediluvio a scopo preventivo o per essere applicato a scopo curativo due volte al giorno direttamente sull’unghia interessata dall’infezione. Trai i farmaci omeopatici, invece, l’Antimonium crudum 5 CH, da assumere insieme a Silicea 9 CH. Per i rispettivi dosaggi e le modalità di assunzione, però, meglio chiedere agli esperti del settore.

    485

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN PiediSalute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI