Salvia: proprietà benefiche e terapeutiche

da , il

    Salvia: proprietà benefiche e terapeutiche

    La salvia ha tante proprietà benefiche e terapeutiche. Questa pianta aromatica appartiene alla famiglia delle Labiatae e si caratterizza per le foglie piuttosto spesse e dure. I suoi fiori, dal colore che va dal blu al viola, compaiono generalmente in primavera, anche se la salvia si adatta anche a climi più freddi. Il suo ciclo di vita però dura soli cinque anni perciò, trascorso questo periodo, va ripiantata.

    Proprietà e benefici

    La salvia è conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà benefiche, tant’è che il suo nome, proveniente da “salvus”, significa appunto “sano. Questa pianta contiene vitamine B1 e C, oli essenziali contenenti salvina, acido oleanolico, acido ursolico, acidi rosmarinico, glicemico e caffeico. Sono presenti anche flavonoidi (antiossidanti naturali che proteggono dall’invecchiamento), oltre ad alte concentrazioni di tujoni e chetoni. La salvia veniva utilizzata già dai Romani e dai Galli, che le riconoscevano delle virtù terapeutiche e persino magiche. Oggi, possiamo sicuramente utilizzarla per le sue proprietà antinfiammatorie, digestive ed espettoranti. Può essere utile, quindi, in caso di malanni di stagione, come tosse, naso chiuso e raffreddore. Ancora, la salvia può essere utilizzata per curare le sindromi mestruali dolorose e i disturbi della menopausa (in particolare le caldane). Sembra anche che sia in grado di prevenire il diabete (perché riduce la glicemia) e favorisca la cicatrizzazione delle ferite. Se vi occorre, utilizzatela anche come rimedio naturale per disinfettare le gengiviti e gli ascessi, ma anche per trattare le emicranie. Per il mal di stomaco, invece, preparate un infuso con cinque foglie di salvia essiccata da consumare poi con qualche goccia di limone e un cucchiaino di miele (da aggiungere una volta che la tisana si sarà raffreddata). Infine, potete utilizzare la salvia anche per aiutare la memoria e combattere gli stati di stanchezza mentale. Se volete sfruttare le proprietà cosmetiche della pianta, invece, potete strofinarne qualche foglia fresca sui denti per un effetto sbiancante o preparare un infuso per rinvigorire il colore dei capelli scuri.

    Controindicazioni

    Alcune possibili controindicazioni della salvia sono legate all’elevata presenza di tujoni e chetoni, che possono risultare tossici se assunti in quantità troppo elevate. Per questo, sarebbe bene evitare il sovradosaggio ed assumerne quantità moderate.

    Scoprite anche le proprietà del lime e tutte quelle del limone!