NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Prurito alla testa: tutte le possibili cause

Prurito alla testa: tutte le possibili cause
da in Salute
Ultimo aggiornamento: Giovedì 18/06/2015 11:55

    prurito

    Soffrite di prurito alla testa? Le cause possono essere davvero tante! Il prurito al cuoio capelluto è un problema comune, specie tra gli adulti. Esso può essere o non essere associato ad altre reazioni e sintomi, come presenza di chiazze rosse o vesciche. La gravità, la frequenza e la durata di questa condizione, poi, dipendono dalla causa sottostante, che può essere più o meno lieve. Per una diagnosi certa, però, soprattutto quando il disturbo è persistente, si consiglia di consultare il dermatologo. Ma, quali cause potrebbe individuare quest’ultimo?

    follicolite

    La follicolite è un disturbo in cui i follicoli piliferi (le minuscole sacche nella pelle alla radice del pelo o del capello) si infettano, nella maggior parte dei casi a causa di batteri, virus o funghi. In questi casi possono comparire anche piccoli brufoli con pus. Nei casi più lievi questo disturbo non necessita di cure, mentre in quelli più resistenti va trattata con l’aiuto del dermatologo che prescrive farmaci specifici.

    pidocchi

    Anche i pidocchi possono causare un fastidioso prurito al cuoio capelluto. A differenza di quanto si crede comunemente questi parassiti non si annidano solo tra i capelli sporchi, ma colpiscono anche chi cura scrupolosamente la propria igiene personale. In questi casi è possibile scorgere i piccoli parassiti e le uova di colore biancastro. Per eliminarli, comunque, esistono diversi rimedi da acquistare in farmacia.

    lupus

    Il lupus è una malattia sistemica (che coinvolge diversi organi del corpo) cronica e di origine autoimmune, che colpisce prevalentemente le donne giovani, di età compresa tra i 15 e i 55 anni. Tra i suoi sintomi ci sono anche le eruzioni cutanee caratteristiche, che compaiono sul cuoio capelluto, nella zona del naso e delle guance. Questa patologia si può tenere a bada con i farmaci specifici.

    dermatite

    La dermatite seborroica è una patologia molto diffusa che colpisce il cuoio capelluto, causando prurito, desquamazione, rossore e forfora persistente. Nei neonati la dermatite seborroica del cuoio capelluto è detta crosta lattea e tende a scomparire spontaneamente. In questi casi si può intervenire con creme e lozioni da applicare sulle zone colpite e con degli shampoo medicati da acquistare in farmacia.

    psoriasi

    La psoriasi è una malattia autoimmune caratterizzata da chiazza di colore rossastro e desquamazione della pelle. Il cuoio capelluto, insieme alle mani e ai gomiti, è tra le zone più colpite. Purtroppo, questa patologia non può essere curata definitivamente, ma esistono numerosi farmaci e rimedi naturali in grado di tenerne a bada i sintomi, tra cui anche il prurito. Se questo non ha natura patologica, infine, si potrebbe trattare molto semplicemente di stress o di desquamazione, dovuta all’utilizzo di prodotti detergenti troppo aggressivi.

    712

    PIÙ POPOLARI