Cosa mangiare in ufficio: 10 consigli per non sbagliare

Cosa mangiare in ufficio: 10 consigli per non sbagliare
da in Alimentazione, Dieta, Salute
Ultimo aggiornamento: Giovedì 30/04/2015 15:58

    Siete sicuri di sapere cosa mangiare in ufficio? Presi dallo stress e dai ritmi frenetici del lavoro, spesso l’attenzione per un’alimentazione equilibrata scema inesorabilmente. Ecco che ci si ritrova a consumare pietanze ricche di grassi e calorie che non fanno per niente bene alla nostra salute. Pochi accorgimenti, però, possono darci un importante aiuto per mangiare bene anche in ufficio. Vediamo quali sono i 10 consigli per non sbagliare.

    Può sembrare banale ma concedersi una pausa dal lavoro è uno degli accorgimenti più importanti per mangiare bene fuori. I più stakanovisti sgranocchiano qualcosa continuando a lavorare ma in questo modo si finisce per non prestare attenzione al cibo. Si ingurgita qualsiasi cosa pur di placare il senso della fame. Meglio dedicare 30 minuti del proprio tempo al pranzo, apprezzando ogni boccone.

    Una pessima abitudine è mangiare direttamente dalla confezione. Specialmente se siete stressati, non smetterete fino a quando non avrete mangiato tutto quello che c’è dentro! È preferibile, invece, controllare le porzioni prima di iniziare il pasto: 5 biscottini, 8 tarallini, una manciata abbondante di patatine, ecc.

    Gli studi confermano che le proteine rivestono un’importanza fondamentale nel controllare l’appetito. Inoltre, ostacolano anche l’eccessivo aumento di peso in gravidanza ma è importante consultare lo specialista per impostare una dieta corretta.

    Cosa mangiare in ufficio per non ingrassare? Selezionare attentamente gli alimenti da consumare come snack è un accorgimento da cui possono dipendere le alterazioni del proprio peso. La frutta è un cibo a basso contenuto calorico: ecco cosa mangiare nella pausa pranzo o durante il break di metà mattina o del pomeriggio!

    Avere l’abitudine di annotare ciò che si mangia per pranzo durante la settimana, induce a ponderare con attenzione la propria alimentazione. Vi consentirà anche di programmare cosa portare da mangiare in ufficio.

    Per la dieta da seguire in ufficio, è fondamentale avere piena consapevolezza dei propri punti deboli così da avere il massimo controllo su se stessi. Meglio evitare tutti quei cibi che non smettereste di mangiare dopo aver iniziato.

    Cosa mangiare in ufficio per dimagrire? Non preparare le pietanze a casa, prima di andare a lavorare, è una delle brutte abitudini che rischiano di far ingrassare. Il pericolo è di esagerare con i cibi ricchi di grassi e carboidrati. Prendete l’abitudine di ordinare piatti formati per metà da verdure, un quarto da proteine e l’altro quarto da carboidrati.

    Le ricerche hanno dimostrato che fare colazione ogni mattina permette di ridurre l’indice di massa corporea. Se siete studi del classico caffè, potete ricorrere alle 20 alternative per il pasto della mattina.

    Le pietanze servite al ristorante, si caratterizzano generalmente per un eccesso di cibo. Per mangiare bene, chiedete al cameriere di impacchettarne metà che potrete consumare a cena, quando sarete a casa.

    Il fast food è un’abitudine alimentare che potrebbe portare ad un generoso aumento di peso, specialmente se è quotidiana. Alternate con cibi preparati a casa, meglio se a base di verdura. Mangiare in ufficio si può, basta seguire queste piccole regole per seguire un’alimentazione equilibrata!

    1038

    PIÙ POPOLARI