7 trucchi insospettabili per migliorare la memoria

Ecco alcuni trucchi insospettabili per migliorare la memoria: smettere di fumare, avere rapporti intimi, allenarsi con regolarità e bere caffè.

da , il

    Ti sveliamo alcuni trucchi insospettabili per migliorare la memoria. Senti che con l’andare del tempo le tue capacità di memoria si affievoliscono? Fai fatica a ricordare anche le cose più semplici? E’ tutta una questione di allenamento! Basta applicare qualche semplice regola nella vita quotidiana, per ritrovarsi ad avere una memoria gigantesca, capace di assicurarci le sue infallibili proprietà. Ci sono in particolare delle strategie che nessuno si aspetterebbe siano utili, eppure dagli esperti vengono sottolineate come importanti. Proviamo a vedere quali sono.

    1. Bere caffè

    Se cerchi dei motivi per bere caffè, questo potrebbe essere uno. Sono vari gli studi che dimostrano come le proprietà eccitanti del caffè siano in grado di far lavorare meglio il cervello e, in particolare, riescano ad aiutare a ricordare delle informazioni che abbiamo imparato. Gli esperti suggeriscono che la caffeina sia in grado di migliorare la chiarezza del ricordo, facendolo restare anche a lungo termine. Lo ha dimostrato una ricerca svolta presso il laboratorio di neuroscienze della memoria, dell’invecchiamento e della demenza dell’Università della California.

    2. Nutrirsi in maniera corretta

    Anche l’alimentazione è fondamentale per una buona memoria. Per ricordare meglio si dovrebbero privilegiare i carboidrati integrali e alcuni grassi, come quelli del pesce. Per gli spuntini meglio tutta la frutta e la verdura in generale. Possono aiutare in particolare gli asparagi, i broccoli, l’anguria, le carote, le fragole e i lamponi. Da evitare, invece, i grassi animali, come burro, panna e formaggi.

    3. Avere rapporti intimi

    Uno studio dell’Università del Maryland, effettuato su animali da laboratorio, ha permesso di vedere come anche un’attività sessuale regolare possa contribuire ad avere maggiori prestazioni cognitive. Tutto merito del fatto che, con i rapporti intimi, aumenta la produzione di nuovi neuroni, in particolare nell’ippocampo, una zona del cervello che riceve gli input e li restituisce alle altre zone cerebrali, legando tutte le informazioni a formare una memoria coerente.

    4. Dormire bene

    Ci sono varie conseguenze del dormire poco e male e, fra queste, c’è anche il fatto di non avere dei buoni ricordi. Gli studiosi affermano che il sonno è essenziale per il funzionamento della memoria a lungo termine. Soprattutto, uno studio della Brandeis University ha scoperto che, quando si immagazzinano delle nuove informazioni, il cervello riesce a mantenerci svegli e poi, quando sarà pronto per convertire tutto in ricordi, arriverà il momento di riposare.

    5. Allenarsi regolarmente

    L’esercizio aerobico svolto con regolarità due volte a settimana potrebbe essere un’altra strategia importante per mantenere attiva la memoria. In particolare l’attività fisica determinerebbe un maggiore sviluppo dell’ippocampo, la zona del cervello che è implicata nell’apprendimento. Lo suggerisce uno studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine.

    6. Giocare spesso

    Scegli il gioco che più ti piace e usa il cervello per allenarlo meglio. Si può trattare di scarabeo o dama: i giochi aiutano a migliorare la nostra capacità di memorizzazione e inoltre ci assicurano quel relax indispensabile, per poter apprendere in maniera molto più produttiva.

    7. Smettere di fumare

    Smettere di fumare è importante non soltanto perché predispone meno al rischio di incorrere in delle malattie che possono essere anche fatali. Rinunciare alle sigarette può migliorare anche la memoria. Uno studio condotto dagli esperti della McGill University e dell’Università di Edimburgo ha messo in evidenza che il fumo è capace di assottigliare la corteccia cerebrale molto più rapidamente rispetto a quanto accada nel processo di invecchiamento.