Lesione del menisco: sintomi e cosa fare

Lesione del menisco: sintomi e cosa fare
da in Chirurgia, Salute
    Lesione del menisco: sintomi e cosa fare

    Lesione del menisco: quali sono i sintomi e cosa fare? L’articolazione del ginocchio, che è una delle più complesse del nostro corpo, può danneggiarsi soprattutto se si pratica un’attività sportiva a rischio, come, per esempio, il calcio. Esistono vari tipi di lesioni, longitudinali, orizzontali, radiali. Non bisogna trascurare questo tipo di lesioni, anche perché spesso esse si associano, specialmente se provocate durante lo sport, ad altri tipi di danni, come la rottura del legamento crociato anteriore. Il sintomo più evidente di una lesione al menisco è costituito dal dolore. I trattamenti possono variare in base al tipo di lesione e in base alle condizioni che esistevano prima del trauma.

    I sintomi della lesione del menisco sono molto evidenti. Comunemente il soggetto prova una sensazione di dolore acuto, che si accompagna alla rigidità dell’articolazione e al gonfiore. Il blocco articolare può essere esteso a tutto il ginocchio oppure può limitarsi ad una parte. Dopo l’infortunio, la maggior parte delle persone riesce a camminare. Molti atleti riescono lo stesso a continuare la loro attività sportiva, ma, nel corso di 2 o 3 giorni, i danni tenderanno a peggiorare.

    Se si avverte un dolore acuto al ginocchio, è meglio farsi visitare da un ortopedico. Poiché gli stessi sintomi di una lesione possono essere causati anche da altre patologie, è possibile che il medico prescriva di effettuare la radiografia o la risonanza magnetica. Soltanto in questo modo si può giungere ad una diagnosi precisa.

    I tipi di trattamento a cui si può ricorrere sono due: quello non chirurgico e quello che invece prevede la messa in atto di un’operazione. Tutto dipende dalle condizioni preesistenti e anche dall’eventuale presenza di artrosi. Nel primo caso bisogna osservare un periodo di riposo, con l’uso delle stampelle, per evitare di mettere peso sulla gamba, e del ghiaccio, con impacchi freddi per 20 minuti più volte nel corso della giornata. Per ridurre il gonfiore si può indossare un bendaggio elastico e la gamba dovrebbe essere tenuta in alto.

    Ci sono anche dei farmaci antinfiammatori non steroidei che aiutano a gestire il dolore. Se i sintomi permangono, bisogna ricorrere all’intervento chirurgico. Si tratta di effettuare un intervento di artroscopia al ginocchio. Di solito questa operazione viene eseguita in anestesia locale e non è nemmeno necessario ricoverarsi in ospedale per più giorni.

    Viene praticata un’incisione nella pelle, attraverso la quale è inserita una microcamera, che serve a vedere la parte interna del ginocchio. In questo modo l’ortopedico può riparare la lesione del menisco. Dopo l’intervento si esegue un periodo di riabilitazione per mezzo dell’aiuto di un fisioterapista.

    539

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ChirurgiaSalute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI