NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Uomini e donne sono diversi anche nella memoria

Uomini e donne sono diversi anche nella memoria
da in Cervello umano, Psicologia, Salute
    Uomini e donne sono diversi anche nella memoria

    Uomini e donne sono diversi anche nella memoria e sarebbe proprio questa differenza, come suggerito da alcuni studi, alla base dei litigi che a volte si scatenano in una coppia. Come ha rivelato una ricerca dell’Università della California a Los Angeles, le donne avrebbero una memoria più emotiva rispetto agli uomini. Alla base dei litigi di coppia non ci sarebbero le menzogne, ma soltanto dei caratteristici falsi ricordi. Andrew Christensen, l’esperto che ha condotto studi specifici sull’argomento, ha messo in evidenza che spesso le liti non nascono da bugie, ma da versioni di fatti guardati da punti di vista così differenti da apparire contrari.

    In particolare le donne tenderebbero a ricordare in maniera più vivida tutto ciò che ha a che fare con la relazione, perché, rispetto agli uomini, userebbero maggiormente le emozioni nel riportare alla mente alcuni episodi.

    L’esperto ci ricorda, però, che questo non ci deve portare a credere che la memoria delle donne sia migliore, perché test appositi hanno dimostrato che i risultati ottenuti sia dagli uomini che dalle donne sono identici.

    Entrambi manifesterebbero la tendenza a ricordare meglio quello che si è fatto in prima persona, soprattutto se si tratta di eventi spiacevoli. Ci sarebbe anche l’abitudine di ricordare soltanto in modo più vivido i fatti che hanno determinato un cattivo umore. Tutto ciò sta alla base di false convinzioni, che poi alla fine scatenano le discussioni.

    Dalle differenze esisterebbero anche a livello cerebrale, perché alcuni studi hanno sottolineato che il cervello delle donne avrebbe maggiori connessioni tra i due emisferi, mentre gli uomini avrebbero più collegamenti neurali all’interno di ciascuno degli emisferi stessi.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cervello umanoPsicologiaSalute
    PIÙ POPOLARI