5 motivi per cui il fumo fa male al sonno

5 motivi per cui il fumo fa male al sonno
da in Salute, Sonno
Ultimo aggiornamento: Sabato 28/11/2015 10:01

    motivi per cui il fumo fa male al_sonno

    Sono tanti i motivi per cui il fumo fa male al sonno. Fumando si mette a rischio il proprio benessere e non solo perché ci si predispone allo sviluppo di diverse patologie, ma anche perché il fumo incide in maniera forte sulla qualità del sonno. Tutto ciò non concorre affatto al nostro sentirci meglio: non dormendo bene, nel corso della giornata possiamo soffrire di nervosismo e di irritabilità e non abbiamo quella giusta carica energetica, che ci permette di affrontare con grinta gli impegni della vita quotidiana. Smettere di fumare, quindi, sarebbe importante anche per dormire meglio. Vediamo quali sono tutte le ragioni per cui il fumo influisce sul nostro sonno.

    I fumatori si svegliano di più nel corso della notte. Lo ha dimostrato una ricerca condotta negli Stati Uniti. Gli studiosi hanno preso in considerazione 40 persone che fumavano e altre 40 non fumatrici. Il 5% dei non fumatori dichiarava di soffrire di disturbi del sonno e la percentuale arrivava al 22,5%, quando si prendevano in considerazione i fumatori.

    I fumatori avrebbero più problemi ad addormentarsi. Lo ha dimostrato uno studio dell’Università della Florida, mettendo in evidenza che in media si perdono 1,2 minuti di sonno per ogni sigaretta fumata. Tutto è determinato dagli effetti collaterali della nicotina, che disturberebbe il normale alternarsi di veglia e sonno.

    Una ricerca condotta nel 2011 ha dimostrato che le persone che fumano hanno una probabilità più alta di 2,5 volte di soffrire di apnee ostruttive notturne. Questo sarebbe dovuto all’irritazione costante dei tessuti del naso e della gola, che, gonfiandosi, ridurrebbero di molto il flusso dell’aria in entrata nell’organismo.

    Essere fumatori significa mettere a repentaglio la qualità del sonno in generale. Da vari studi è stato dimostrato che le persone che non hanno mai fumato sono quelle che hanno un sonno migliore. Una ragione in più per smettere di fumare o anche per non iniziare mai.

    Il riposo notturno dei fumatori può essere rovinato, perché tra gli effetti del tabacco c’è anche il disturbo dell’espressione del ritmo circadiano dei polmoni e del cervello, come ha dimostrato una ricerca dell’Università del Rochester Medical Center, che ha insistito non solo sulla cattiva qualità del sonno come conseguenza del fumo, ma anche sull’insorgenza di vari disturbi, come ansia e depressione cronica. Inoltre fumare fa male, perché due terzi dei fumatori vivono 10 anni meno rispetto ai non fumatori.

    715

    PIÙ POPOLARI