La campagna shock contro le sigarette rollate

da , il

    Il video shock contro le sigarette rollate

    E’ una vera campagna shock contro le sigarette rollate quella promossa dal Ministero della Salute britannico, che, per sensibilizzare, ha diffuso uno spot, le cui immagini possono apparire forti, ma significative. Nel video si vede un uomo che porta al parco i suoi figli e, all’improvviso, mentre decide di prepararsi una sigaretta, comincia a sanguinare. Il massaggio che si vuole far passare è costituito dal fatto che le sigarette rollate fanno male come le altre, come quelle “tradizionali”, che vengono vendute già pronte nel pacchetto. Il numero dei fumatori delle sigarette “fai da te” ultimamente è sensibilmente aumentato, anche perché è diffuso un luogo comune, secondo il quale questo tipo di fumo farebbe meno male.

    Gli esperti spiegano che non è affatto così, che il fumo ha degli effetti nocivi sui denti, sulle ossa, sui muscoli e sul cervello. Chi fuma, secondo i dati del Public Health England, ha più probabilità di incorrere nel mal di schiena, nelle fratture ossee, nella demenza e nell’Alzheimer.

    Gli studi scientifici che sono stati svolti a questo proposito hanno messo in evidenza che le sigarette rollate inducono più dipendenza, perché conterrebbero più catrame di nicotina e, inoltre, vengono consumate senza filtro. Eppure c’è chi non rinuncerebbe a queste sigarette, perché costano di meno e perché le ritiene più “buone” delle altre.

    Gli esperti dicono chiaramente che nessun tipo di tabacco è meno pericoloso e che bisognerebbe riflettere di più sui rischi comportati. Nel video viene ricordato in maniera chiara come fumare sia un’abitudine nemica della salute in generale. Smettere di fumare comporta dei benefici non indifferenti.