NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

I rimedi naturali per l’insonnia più efficaci

I rimedi naturali per l’insonnia più efficaci
da in Insonnia, Rimedi naturali, Salute
Ultimo aggiornamento: Giovedì 18/12/2014 14:26

    Fra i rimedi naturali contro l’insonnia alcuni sono più efficaci. In realtà il tutto si colloca nella dimensione della soggettività, perché alcuni disturbi del sonno possono essere davvero difficili da combattere, specialmente quando sono legati ad una condizione di ansia. In questi casi è sempre bene consultare un esperto, anche per individuare le cause dell’insonnia. In ogni caso ci sono delle soluzioni, a cui possiamo fare ricorso. Vediamo di scoprire insieme qualche rimedio che possa fare al caso nostro, tenendo d’occhio soprattutto le opportunità offerte dalla natura.

    La melissa ha delle proprietà molto importanti, che possono servire a curare l’insonnia. Si tratta soprattutto di effetti sedativi e ansiolitici. Tutto merito dei flavonoidi e di un olio essenziale che sono contenuti nelle sue foglie. Se aggiungiamo la melissa ai benefici della tisana al finocchio e ci serviamo insieme del carbone vegetale, possiamo combattere anche tutti i disturbi legati al colon irritabile.

    Forse non tutti lo sanno, ma anche le ciliegie possono rappresentare un valido rimedio naturale, che ci può aiutare ad addormentarci più facilmente. In particolare negli Stati Uniti è stata condotta una ricerca. In base ai risultati di quest’ultima, si è scoperto che con due bicchieri di succo di ciliegia bevuti nel corso della giornata si può usufruire di un riposo maggiore. Le ciliegie, infatti, sono ricche di melatonina, che può servire a regolare il ritmo del sonno.

    La camomilla costituisce il rimedio casalingo forse più noto per trattare le difficoltà legate all’insonnia. Una tisana a base di camomilla può essere fondamentale per usufruire di un buon riposo, specialmente nel caso in cui si è stanchi e stressati. E’ un rimedio fai da te tradizionale a tutti gli effetti, che non possiamo sottovalutare.

    In particolare ci può essere utile la radice di valeriana, che abbonda di oli essenziali e di acido valerianico. Queste sostanze hanno la capacità di aumentare nel cervello la produzione di acido gamma-aminobutirrico. Quest’ultimo è un aminoacido naturale conosciuto per la sua notevole azione sedativa.

    Il biancospino può essere assunto come tisana o infuso. Anch’esso ha delle notevoli proprietà sedative, perché, ad esempio, riesce ad abbassare la pressione arteriosa e l’eccitabilità cardiaca. E’ importante, comunque, non esagerare con l’assunzione di questa sostanza naturale e, se vogliamo usufruirne, meglio chiedere il parere del nostro medico di fiducia.

    657

    PIÙ POPOLARI