Rinite allergica: sintomi e cura

Rinite allergica: sintomi e cura
da in Allergia, Salute
    Rinite allergica: sintomi e cura

    Rinite allergica: vediamone i sintomi e la cura. Questo disturbo si verifica tutte le volte che il nostro organismo entra in contatto con un allergene. Le forme più conosciute di allergia che causano la rinite allergica sono quella ai pollini, quella causata dagli acari o dal pelo degli animali. Le manifestazioni sintomatologiche più evidenti sono gli starnuti continui, il prurito al naso e il naso che cola. Esistono dei farmaci appositi che si possono utilizzare, soprattutto per alleviare i fastidi.

    I sintomi della rinite allergica consistono soprattutto in molti starnuti e in una grande produzione di muco. Si ha una congestione nasale e tutto questo è dovuto ad una reazione del sistema immunitario, che si rivolge contro gli allergeni. Le difese del nostro corpo considerano gli allergeni come delle sostanze dannose e per questo reagiscono attraverso la produzione degli anticorpi. Si tratta di vere e proprie proteine, che hanno il compito di contrastare i virus. Queste proteine agiscono, immettendo nel sangue l’istamina, una sostanza che è la causa scatenante della reazione allergica.

    La cura per la rinite allergica può consistere generalmente in un semplice antistaminico, che si può acquistare in farmacia come farmaco da banco.

    Se i sintomi sono più gravi, il medico può prescrivere due tipi di esami, le analisi del sangue e il test cutaneo da eseguire, mettendo sulla pelle delle goccioline di allergeni di vario tipo. Se si nota un rossore, si può capire qual è l’allergene che causa la rinite. E’ bene anche evitare i luoghi dove c’è una più alta probabilità di entrare in contatto con l’allergene e si possono fare delle irrigazioni al naso con l’acqua salata, in modo da tenere pulite le mucose.

    Se le manifestazioni patologiche sono molto frequenti e la situazione appare molto compromettente, il medico può prescrivere anche uno spray o delle gocce a base di corticosteroidi. L’obiettivo è quello di ridurre l’infiammazione. Si tratta di solito di decongestionanti nasali oppure di pastiglie, che vanno assunte dai 5 ai 10 giorni. Se la rinite è aggressiva e si manifesta come vero e proprio raffreddore da fieno, ci si può rivolgere all’immunoterapia: viene iniettato periodicamente nell’organismo l’allergene per almeno 2 anni. Ogni volta viene aumentata la dose di allergene, in modo che via via la reazione del corpo possa ridursi.

    Ci sono anche dei rimedi pratici da prendere in considerazione: evitare moquette e tappeti, usare tende che possono essere lavate spesso, scegliere cuscini sintetici invece di quelli con le piume, per evitare l’allergia agli acari, utilizzare aspirapolvere con filtri speciali anche per la pulizia dei cuscini e delle trapunte, pulire con particolare cura gli ambienti della casa in cui si risiede in modo più frequente, anche per evitare forme di allergia ai pollini.

    571

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergiaSalute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI