Comunicare con la telepatia: un esperimento dimostra che è possibile

Comunicare con la telepatia: un esperimento dimostra che è possibile
da in Cervello umano, Computer, Salute
Ultimo aggiornamento:
    Comunicare con la telepatia: un esperimento dimostra che è possibile

    Un esperimento dimostra che è possibile comunicare con la telepatia. Alcuni scienziati dell’Università di Harvard hanno condotto uno studio che ha permesso di inviare un messaggio molto semplice tra una persona e l’altra, situate a migliaia di chilometri di distanza. I due soggetti coinvolti si trovavano in India e in Francia. Lo studio apre nuove prospettive come quella della possibilità di espressione anche per coloro che non possono parlare. Vediamo insieme come comunicare con la telepatia.

    Mentre l’università del Nebraska si concentra sulla scoperta del virus della stupidità, gli studiosi di Harvard hanno voluto dimostrare come comunicare con la telepatia attraverso la tecnologia, potenziando le capacità umane. Giulio Ruffini, fisico teorico e co-autore della ricerca, ha dichiarato: “Stiamo utilizzando la tecnologia per interagire elettromagneticamente con il cervello“. L’esperimento ha consentito di mettere in collegamento due persone e trasmettere delle informazioni attraverso le menti, nonostante fra di loro esistesse una grande distanza geografica. Ha aggiunto: “È una sorta di realizzazione tecnologica del sogno relativo alla telepatia, ma non è assolutamente magico“.

    L’esperimento è consistito nell’effettuare ad uno dei due soggetti coinvolti, un elettroencefalogramma collegato via wireless a Internet. In un preciso momento, gli è stato chiesto di pensare ad un semplice saluto. Queste informazioni sono state tradotte in codice binario attraverso un computer e spedite tramite email dall’India alla Francia. Il messaggio è stato ricevuto dalla seconda persona coinvolta nello studio, sempre attraverso il pc, sotto forma di flash luminoso. Si è fatto ricorso alla stimolazione cerebrale non invasiva che ha impedito ai soggetti di sentire o vedere le parole ma di parlare telepaticamente, riferendo nella maniera corretta dei lampi di luce corrispondenti alle informazioni.

    Alvaro Pascual-Leone, professore di neurologia presso la Harvard Medical School e co-autore della ricerca ha spiegato: “Volevamo vedere se era possibile comunicare direttamente tra due persone leggendo le attività cerebrali della prima e poi trasmettendole a un’altra a grandissime distanze, tramite i sistemi di comunicazioni esistenti, come internet“. I risvolti del comunicare telepaticamente con una persona potrebbero essere numerosi.

    Pensiamo che potrebbero esserci degli scambi diretti tra computer e cervello umano in un futuro non troppo lontano, che permettano una comunicazione da un cervello all’altro quasi automatico e creino delle nuove possibilità di relazioni sociali“. Si pensa, ad esempio, alla possibilità di sviluppare la telepatia scambiando informazioni con persone paralizzate o incapaci di parlare.

    Alcuni esperti hanno tuttavia segnalato l’esistenza di conflitti d’interesse nell’esperimento di comunicazione telepatica. In particolare, tre dei ricercatori coinvolti sono dipendenti di Starlab a Barcellona che ha finanziato parzialmente le ricerche. Qualche tempo fa, era stato condotto uno studio che aveva permesso di comunicare telepaticamente con animali. Effettuato dai neurobiologi dell’Università Duke nella Carolina del Nord, aveva permesso di trasmettere informazioni tra due topi, i soggetti scelti anche per dimostrare come cancellare i brutti ricordi.

    618

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cervello umanoComputerSalute

    Referendum costituzionale 2016

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI