Dieta della frutta: come funziona e menu

da , il

    Dieta della frutta: come funziona e menu

    Dieta della frutta: come funziona e qual è il menu? Si tratta di un regime alimentare ipocalorico, che, oltre a dimagrire, aiuta a depurare l’organismo. La frutta ha delle proprietà depurative efficaci e inoltre contiene vitamine, sali minerali e fibre, che ci aiutano ad avere a disposizione tutte le sostanze nutritive, di cui abbiamo bisogno, e a regolare l’attività intestinale. Scopriamo le regole da seguire.

    Come funziona

    La dieta della frutta non può essere condotta per più di 3 giorni al mese. Visto che si basa sull’assunzione di un unico alimento, prolungarla per più di 3 giorni potrebbe essere dannoso per il nostro organismo. Quest’ultimo, per funzionare al meglio, ha bisogno di molte sostanze, che non possiamo trovare in un unico cibo. Nel corso dei 3 giorni, durante i quali si segue la dieta, è importante mangiare frutta fresca ben lavata, possibilmente con tutta la buccia. Da evitare, invece, la frutta cotta. E’ essenziale anche bere almeno 2 litri di acqua al giorno e possono essere bevuti pure i succhi di frutta non zuccherati, come il succo d’ananas o le spremute di arancia fresche.

    Per dolcificare può essere utile un cucchiaino di miele. In questa maniera non si correrà il rischio di assumere troppe calorie e si ha la possibilità di dimagrire. Tra l’altro questa dieta è indicata anche per correggere eventuali eccessi alimentari, proprio a seconda della frutta che decidiamo di mangiare. L’ananas riesce a contrastare i grassi, l’anguria, dalle ottime proprietà benefiche e nutrizionali, gli eccessi di sale, le prugne e le fragole combattono gli amidi e l’uva esercita un’azione di contrasto nei confronti degli zuccheri. Si può considerare anche una dieta detox dimagrante.

    Il menu

    Per il primo giorno della dieta della frutta ecco il menu adatto:

    colazione – 1 spremuta di arance, 1 banana e un tè.

    spuntino – 1 succo d’ananas non zuccherato.

    pranzo – 2 fette di ananas, fragole a piacere e 1 tè dolcificato con il miele.

    merenda – 1 mela o 1 pera.

    cena – macedonia a piacere, in quantità abbondante. Si può aggiungere uno yogurt scremato.

    Secondo giorno:

    colazione – succo di pompelmo, 1 mela e 1 caffè.

    spuntino di metà mattina – 2 kiwi e 1 mela.

    pranzo – frullato composto da 1 banana, 1 kiwi, 1 mela e 2 pesche.

    merenda – 1 bicchiere di latte.

    cena – 4 fette di ananas e 1 ciotola di fragole.

    Terzo giorno:

    colazione – 1 spremuta di arance o succo d’ananas. Si può aggiungere 1 pera.

    spuntino – 50 grammi di cioccolato.

    pranzo – frullato di mele e pere, da abbinare ad uno yogurt. Si possono mangiare anche 2 kiwi.

    merenda – 1 bicchiere di latte scremato.

    cena – 1 frullato di melone, macedonia di fragole, ananas e kiwi.