Melanoma: sintomi, cause e cure

Melanoma: sintomi, cause e cure
da in Salute, Tumore
    Melanoma: sintomi, cause e cure

    Melanoma: sintomi, cause e cure . Con questo termine si indica la trasformazione tumorale dei meloniciti, particolari cellule che formano la pelle, l’organo più esteso del nostro corpo. Questa è costituita da tre strati: l’epidermide, il derma e il tessuto sottocutaneo o grasso. I melanociti si trovano nella parte più esterna e svolgono la funzione di produrre melanina, il pigmento capace di proteggere la cute degli effetti nocivi dei raggi solari. Possono determinare la comparsa dei nei, o nevi, agglomerati scuri visibili sull’epidermide. Il melanoma è un tumore maligno che generalmente si manifesta sulle parti del corpo maggiormente esposte al sole come viso, collo, braccia e spalle. Vediamo nel dettaglio quali sono le cause e la cura del melanoma della pelle.

    Il tumore può essere di varie tipologie (nodulare, amelanotico, desmoplastico e acro-lentigginoso). I sintomi iniziali del melonoma sono quasi del tutto assenti. Tuttavia, si può rilevare il tumore grazie alle particolari caratteristiche morfologiche. Sono indicativi della trasformazione tumorale dei meloniciti, la forma asimmetrica del neo, le caratteristiche del bordo che può risultare irregolare, dentellato o quasi sfumato, il colore poco uniforme. Altro elemento indicativo del tumore è il diametro del neo che può variare in breve tempo. Accorgersi di una sola di queste caratteristiche, deve indurre a rivolgersi immediatamente dal dermatologo che potrà effettuare una diagnosi precisa. Nello stadio avanzato, i sintomi fisici del melanoma sono prurito e sanguinamento. E’ bene ricordare che il tumore può svilupparsi sia da un neo preesistente che da uno di nuova formazione.

    I sintomi da metastasi del melanoma possono comprendere anche l’ulcerazione.

    Le cause del melanoma sono legate principalmente ad un’esposizione eccessiva alla luce ultravioletta. Infatti, un’abbronzatura veloce può causare il tumore. Lasciare che la pelle sia colpita per troppo tempo dai raggi UVA e UVB, significa esporre il corpo ad un potenziale pericolo perché questi possono danneggiare l’epidermide. Il rischio deriva non solo dalla luce naturale ma anche dall’utilizzo di lampade e lettini solari. L’insufficienza del sistema immunitario è un ulteriore fattore di rischio. Alcune malattie di origine ereditaria come lo xeroderma pigmentoso, possono rappresentare un ulteriore pericolo di melanoma. Le persone dal fototipo I e II sono maggiormente esposte: presentano molti nei e lentiggini, oltre a occhi, capelli e pelle chiara. La presenza di un parente stretto colpito da questo tumore è un ulteriore causa di rischio.

    La cura del melanoma maligno dipende dallo stadio di avanzamento del tumore e dall’eventuale presenza di metastasi in altre parti del corpo. In questi casi, si ritiene che l’asportazione chirurgica del neo intaccato dalla malattia, costituisca il trattamento più efficace. Nella fase più avanzata della patologia, alla terapia chirurgica si possono associare chemioterapia, immunoterapia e radioterapia. La cura naturale per il melanoma parte da una corretta esposizione al sole e da un’abbronzatura perfetta.

    583

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN SaluteTumore
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI