NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Gli alimenti più ricchi di potassio: quali sono?

Gli alimenti più ricchi di potassio: quali sono?
da in Alimentazione, Alimenti, Salute
Ultimo aggiornamento:

    Quali sono gli alimenti più ricchi di potassio? E’ bene saperlo, perché il potassio è molto importante per il corretto funzionamento dell’organismo. Se non ne assumiamo abbastanza, le principali conseguenze consistono nell’ipertensione, nella cellulite e nei gonfiori. Per la nostra salute è quindi fondamentale portare avanti un’alimentazione che abbondi di questo sale minerale. Vediamo insieme i cibi da mangiare.

    Le mandorle, dalle numerose proprietà terapeutiche e nutrizionali, presentano un contenuto di 780 milligrammi di potassio ogni 100 grammi di prodotto. Possono essere considerate come la frutta secca più ricca di potassio, anche se buone fonti sono pure le noci, sia fresche che secche, e le nocciole.

    100 grammi di uvetta contengono 864 milligrammi di potassio. Ci riferiamo in particolare all’uvetta secca. Questo cibo può essere mangiato anche durante la prima colazione, fornendo una considerevole quantità di questo sale minerale. Può essere utilizzata anche come ingrediente aggiuntivo per la preparazione del pane o di dolci tradizionali.

    Se pensiamo ad un’ottima fonte di potassio, per quanto riguarda la frutta, ci vengono subito in mente le banane. 100 grammi di banana contengono 385 milligrammi di potassio.

    I funghi sono tra le migliori fonti di potassio, specialmente se scegliamo quelli bianchi e li utilizziamo per cuocerli in padella. Se esaminiamo i loro valori nutrizionali, ci accorgiamo che 100 grammi di questo alimento contengono 396 milligrammi di potassio.

    100 grammi di avocado, che è anche uno dei migliori alimenti detox, contengono 485 milligrammi di potassio. Il frutto può essere consumato fresco oppure può essere utilizzato per la preparazione di frullati e salse, da impiegare anche come condimenti.

    Insieme alle zucche, le zucchine contengono molto potassio. Per la zucca ci attestiamo sui 202 milligrammi per ogni 100 grammi, per le zucchine il contenuto è pari a 264 milligrammi. E’ preferibile che questi cibi vengano consumati cotti al forno, per evitare la dispersione dei sali minerali.

    In particolare sono le albicocche secche ad essere un’ottima fonte di potassio. Una porzione di 100 grammi contiene 1.126 milligrammi di questo sale minerale. Questa quantità corrisponde a circa il 33% delle dosi che vengono raccomandate ogni giorno.

    100 grammi di patate contengono 535 milligrammi di potassio. E’ bene ricordare che questa quantità si riferisce alle patate biologiche, compresa la loro buccia. Per usufruire di un’ottima fonte di potassio, non si deve trascurare proprio la buccia di questo ortaggio, che ne è estremamente ricca.

    Gli spinaci presentano una diversa quantità di potassio, a seconda se ci riferiamo al prodotto cotto o crudo. In quest’ultimo caso 100 grammi contengono 839 milligrammi di potassio. Nel caso siano crudi, il contenuto varia, perché è pari a 558 milligrammi.

    Fra i legumi, sicuramente i fagioli sono i più ricchi di potassio. In particolare vanno considerati i fagioli bianchi: 100 grammi di essi possono fornire al nostro corpo 561 milligrammi di potassio. Molto importante è anche la cottura, perché questa dose va presa in riferimento al prodotto lessato in acqua e senza sale.

    632

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneAlimentiSalute
    PIÙ POPOLARI