Prurito intimo: cause e rimedi

da , il

    Prurito intimo: cause e rimedi

    Prurito intimo: quali le cause e i rimedi? Il problema può riguardare sia le donne che gli uomini. Spesso, nei casi femminili, il tutto può essere accompagnato da perdite, può avvenire prima del ciclo, per cui si può rintracciare una motivazione che riguarda soprattutto i cambiamenti ormonali legati all’organismo. Ma non sempre si tratta di un fenomeno, di cui non bisogna preoccuparsi. A volte il prurito intimo femminile è causato da un’igiene intima sbagliata o da infezioni vaginali. Nel caso degli uomini tutto può essere ricondotto anche alla scabbia o ai pidocchi del pube. Ci sono anche delle situazioni in cui il disturbo è causato da un danneggiamento dei nervi.

    Le cause nelle donne

    Le cause del prurito intimo nelle donne sono rapportabili a differenti situazioni. A volte si tratta di vestibolite vulvulare, che è rappresentata da un’infiammazione della parte esterna della vagina. Altre volte si potrebbe trattare di cistite e in questo caso si nota come il prurito possa essere accompagnato da un bruciore soprattutto durante la minzione. A volte occorre intervenire sull’igiene intima, specialmente quando i prodotti detergenti utilizzati sono irritanti e quindi causano infiammazioni.

    Attenzione anche alle infezioni, che possono colpire la vagina. In maniera particolare non si deve trascurare il fenomeno quando è dovuto alla candida o nel caso delle infezioni batteriche in generale, che causano anche perdite di cattivo odore. Anche la menopausa potrebbe essere una causa. Il subentrare di questo periodo della vita, con il suo calo ormonale, può determinare secchezza vaginale e quindi prurito.

    Le cause negli uomini

    Le cause del prurito intimo negli uomini possono anche non destare preoccupazione. Certe volte, infatti, non si riesce a trovare una spiegazione plausibile e quindi si parla di prurito idiopatico. Ma non è sempre così, altre volte si devono tenere in considerazione malattie dermatologiche come la scabbia o i pidocchi del pube. Questi ultimi si trasmettono attraverso i rapporti sessuali o quando si viene a contatto con la biancheria intima di una persona infetta. Altre volte ancora il tutto può essere ricondotto ad un danneggiamento dei nervi. E’ il caso della radicolopatia lombosacrale, che è accompagnata anche da dolori alla schiena e alle gambe.

    I rimedi

    I rimedi per il prurito intimo sono tanti. Quando il disturbo diventa persistente, occorre rivolgersi immediatamente al medico, che ci saprà indicare la soluzione più giusta. Per esempio, le infezioni batteriche si combattono con gli antibiotici. Ci sono anche farmaci da utilizzare a livello topico, come gli antifungini. Si trovano anche sotto forma di polveri, che vanno applicate sulle parti intime. Se il problema è causato dall’allergia alla biancheria, bisogna stare attenti ad utilizzare soprattutto quella di cotone, evitando i vestiti stretti. Ci sono anche ottimi rimedi naturali da tenere in considerazione. Non si tratta soltanto delle lavande vaginali, ma anche di camomilla, aceto bianco e acqua, che si possono utilizzare per fare degli impacchi e sono fra i rimedi casalinghi più utilizzati in questo senso.