NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

8 storie incredibili di ginecologi dal comportamento inammissibile

8 storie incredibili di ginecologi dal comportamento inammissibile
da in Medicina, Salute
Ultimo aggiornamento: Venerdì 05/05/2017 11:01

    8 storie incredibili di ginecologi che avrebbero assunto un comportamento inammissibile. Le notizie arrivano dagli Stati uniti dove diversi dottori sono balzati agli onori della cronaca per aver agito in maniera scorretta e riprovevole. Le circostanze si sarebbero verificate durante l’esame ginecologico, una situazione di cui avrebbero approfittato i ginecologi per soddisfare i loro desideri di voyerismo. Vediamo insieme di cosa si tratta.

    Contro il dottor Paul Becton Jr., in Arkansas, la polizia di Stato ha emesso un mandato d’arresto per cinque casi di video voyeurismo. Il presunto responsabile avrebbe scattato di nascosto le foto della zona pubica e delle natiche delle sue pazienti, con la fotocamera del cellulare. La circostanza, secondo quanto dichiarato dalla donna che lo ha accusato, si sarebbe verificata durante un esame di routine.

    Il responsabile sarebbe un dottore italiano arrestato con l’accusa di aver aggredito sessualmente le donne con Skype. La vittima è una ragazza di 16 anni alla quale aveva raccontato di avere la necessità di controllarla via Skype, chiedendole di toccarsi nelle parti intime.

    Avrebbe spruzzato una sostanza trovata nel pulitore di scarico sugli organi sessuali di una donna. La storia incredibile risale al novembre 2013 dove in Ohio, il Dr. John Black, avrebbe agito in questo modo, causando immediatamente alla paziente una sensazione di forte bruciore e dolore, salvo poi cercare di lenire con la soluzione fisiologica. Si sarebbe trattato di idrossido di potassio, una sostanza capace di decomporre la carne umana.

    Il ginecologo Dr. Robert Hadden di New York, nel 2013, è stato accusato di violenza sessuale. Le vittime hanno raccontato che l’abuso si sarebbe svolto durante le visite ambulatoriali.

    Si tratta del dottor Bruce Sylvester Smith, condannato a 18 anni di carcere per lo stupro di una paziente. Nel corso del processo, il ginecologo aveva continuato ad asserire che il rapporto era stato consensuale. Tuttavia, altre donne hanno testimoniato di aver notato un comportamento inappropriato da parte del dottore.

    La storia incredibile arriva da Baltimora dove il Dr. John Yacoub non solo aveva perso la licenza per esercitare la professione medica a causa dell’assunzione di sostanze stupefacenti ma sul suo cellulare, sono state individuate immagini di organi genitali femminili scattate in un ambiente medico.

    Nel 2013, in Carolina del Nord, un ginecologo è stato accusato di stupro a causa della presunta aggressione sessuale risalente al 1996. Lui è il Dr. John Marshall e la vittima ha dichiarato che all’epoca dei fatti si era recata al pronto soccorso temendo si trattasse di un virus allo stomaco. Qui aveva comunicato ai soccorritori i farmaci prescritti dal dottore che l’avrebbero immobilizzata, dando a Marshall la possibilità di perpetrare lo stupro.

    Il dottore è Paul Kelty. Il suo studio nell’Indiana è stato perquisito nel febbraio 2013 dalla polizia di stato che ha scoperto come avesse prescritto oltre un milione di pericolose pillole per tre anni. Aveva inoltre toccato i genitali femminili delle sue pazienti in diverse occasioni.

    910

    PIÙ POPOLARI