La dieta del limone per depurarsi e dimagrire in una settimana

da , il

    La dieta del limone per depurarsi e dimagrire in una settimana

    La dieta del limone è utile per depurarsi e dimagrire in una settimana. Tutto questo è possibile grazie alle proprietà di questo frutto, che riesce a svolgere un’azione disintossicante e a garantire un vero e proprio lavaggio dell’apparato gastrointestinale. In molti sono convinti dell’efficacia di questo tipo di regime alimentare ipocalorico. Tuttavia bisogna stare attenti, perché gli esperti ritengono che possa essere considerata una dieta drastica, che non riesce ad apportare al nostro organismo le giuste sostanze nutritive, di cui ha bisogno. Vediamo insieme in che cosa consiste questo tipo di alimentazione.

    Come funziona?

    Il limone riesce ad esercitare un’azione disintossicante. Tutto questo è dovuto al fatto che esso mette in atto un ruolo alcalinizzante. Sembrerebbe strano che un frutto dal sapore acido metta in atto una reazione alcalina, eppure è proprio quello che succede quando consumiamo del limone. In particolare dovremmo avere cura di bere il succo di limone miscelato all’acqua calda. In questo modo riusciamo ad ottenere un’azione disinfettante, che è dovuta in primo luogo all’effetto del limonene, una sostanza contenuta nel limone. Il limonene porta vantaggi al fegato e alla cistifellea. Inoltre riesce a stimolare l’evacuazione e a drenare le tossine.

    Ma perché la dieta del limone permette di dimagrire in maniera veloce? Il tutto è dovuto alla capacità delle sostanze del frutto di accelerare il metabolismo e di conseguenza di far perdere quei chili di troppo, che proprio non sopportiamo. Sicuramente, comunque, dobbiamo stare attenti a quello che gli esperti chiamano effetto rimbalzo: finita la dieta, possiamo riacquistare subito il peso corporeo perso, annullando l’effetto che abbiamo messo in atto. Si tratta di una controindicazione, di cui bisogna tenere assolutamente conto.

    Il menu

    Il menu della dieta del limone si basa sul consumo di molte limonate, messe a punto proprio con il succo di limone e dell’acqua calda. La limonata va bevuta appena svegli, due ore prima di andare a dormire e poi nel corso della giornata, durante gli spuntini che possiamo fare a metà mattinata o a metà pomeriggio. Durante questi spuntini possiamo accompagnare il succo di limone con qualche frutto, come, ad esempio, una banana, o con delle verdure crude, come, per esempio, cetrioli, ravanelli o sedano.

    La frutta rappresenta la base essenziale anche per la colazione, che può essere costituita da frutti rossi, una mela, una pera e qualche mandorla non salata. A pranzo possiamo consumare legumi, conditi sempre con succo di limone e olio extravergine d’oliva. Per la cena vanno bene il pesce alla griglia e delle verdure lesse.