Virus del Nilo Occidentale, attenti alle zanzare

Il periodo di fine estate è particolarmente a rischio per la diffusione del Virus del Nilo Occidentale, in particolar modo perchè le zanzare, pungendo gli uccelli selvatici, che sono veri e propri serbatoi di amplificazione e mantenimento del virus possono passarlo ai mammiferi, in particolar modo si sono rivelati più sensibili i cavalli e l’uomo. L'incubazione va da 3 a 15 giorni dopo il morso della zanzara infetta, in oltre la metà dei casi si hanno soltanto malessere e febbre lieve, nel 20% i disturbi simil-influenzali sono più pesanti ma in un caso su cento si possono manifestare meningiti o encefaliti, più probabili in bambini molto piccoli, anziani e persone con il sistema immunitario debole.

torna su
SCARICA L’APP NANOPRESS

Leggi gratis e dove vuoi tutte le news dal mondo in tempo reale

torna su
NANOPRESS MOBILE

Scarica gratis l'applicazione NanoPress dall'App Store

IPHONE IPAD