Storia dell'adozione in Italia (Foto)

1 di 6
    continua
    http://www.nanopress.it/politica/foto/storia-delladozione-in-italia_5553.html
    Codice Napoleonico
    Codice Napoleonico. Il Codice Napoleonico, tranne che in casi specifici, non prevedeva l'adozione di minori.

    Codice Napoleonico

    Il Codice Napoleonico, tranne che in casi specifici, non prevedeva l'adozione di minori.

    Primo Codice Civile italiano

    Primo Codice Civile italiano

    Il primo Codice Civile italiano del 1865 prevede l'adozione di maggiorenni. Per i minori stabilisce regole per l'istituto della tutela, tramite il quale ci si poteva prendere cura di bambini abbandonati.

    1967

    1967

    Nel 1967 la tutela viene trasferita all'adozione nel suo aspetto caritatevole, per diventare uno strumento adatto a soccorrere l'interesse del bambino abbandonato.

    Cognome dell'adottante

    Cognome dell'adottante

    Una norma vigente a partire dal 1926 prevedeva che i figli adottivi ereditassero il cognome dell'adottante, ma non potevano succedere nei predicati e nei titoli nobiliari. La norma fu abrogata in seguito alla nascita della Repubblica Italiana.

    Concilio Vaticano II

    Concilio Vaticano II

    Il Concilio Vaticano II valorizzò l'adozione anche all'interno della dottrina cattolica.

    Convenzione dell'Aja

    Convenzione dell'Aja

    Il 29 maggio 1993 si stabilì la Convenzione dell'Aja, detta Convenzione per la tutela dei minori e la cooperazione in materia di adozione internazionale. Al centro del patto c'è il minore con i suoi diritti fondamentali, compreso quello di avere una famiglia.

    Foto correlate