Parlamentari che hanno goduto dell'immunità parlamentare (Foto)

1 di 10
    continua
    http://www.nanopress.it/politica/foto/parlamentari-che-hanno-goduto-dellimmunita-parlamentare_8255.html
    Bettino Craxi
    Bettino Craxi. Quali sono i casi più noti di parlamentari italiani che hanno goduto dell'immunità? Regolata dall’articolo 68 della Costituzione, prevede che se un membro del Parlamento è sotto indagine, deve essere il voto di Camera o Senato a dare il via libera ogni volta in cui l’autorità giudiziaria chieda una misura di restrizione della libertà personale, ovvero in caso di arresto, perquisizione degli uffici o del domicilio e intercettazioni telefoniche o elettroniche. Il voto è richiesto anche per l’ordine di arresto ma non nel caso di una sentenza definitiva di condanna o di flagranza di reato. La prima versione dell’immunità parlamentare prevedeva anche l’autorizzazione a procedere per le indagini: era cioè necessario il voto della camera di appartenenza anche solo per far partire le indagini. Norma cancellata nel 1993, con Tangentopoli: da allora i magistrati possono indagare su un parlamentare senza l'autorizzazione. Fu quindi inutile per Bettino Craxi, leader socialista e simbolo di Tangentopoli, la precedente immunità ottenuta dalla Camera. Il giorno prima in cui fu bersagliato dalle monetine.

    Bettino Craxi

    Quali sono i casi più noti di parlamentari italiani che hanno goduto dell'immunità? Regolata dall’articolo 68 della Costituzione, prevede che se un membro del Parlamento è sotto indagine, deve essere il voto di Camera o Senato a dare il via libera ogni volta in cui l’autorità giudiziaria chieda una misura di restrizione della libertà personale, ovvero in caso di arresto, perquisizione degli uffici o del domicilio e intercettazioni telefoniche o elettroniche. Il voto è richiesto anche per l’ordine di arresto ma non nel caso di una sentenza definitiva di condanna o di flagranza di reato. La prima versione dell’immunità parlamentare prevedeva anche l’autorizzazione a procedere per le indagini: era cioè necessario il voto della camera di appartenenza anche solo per far partire le indagini. Norma cancellata nel 1993, con Tangentopoli: da allora i magistrati possono indagare su un parlamentare senza l'autorizzazione. Fu quindi inutile per Bettino Craxi, leader socialista e simbolo di Tangentopoli, la precedente immunità ottenuta dalla Camera. Il giorno prima in cui fu bersagliato dalle monetine.

    Antonio Azzollini

    Antonio Azzollini

    A luglio 2015, il Senato ha salvato il senatore Ncd Antonio Azzollini dall'arresto richiesto dalla Procura di Trani. Azzollini era accusato di bancarotta fraudolenta e di associazione a delinquere nell’inchiesta sul crac della casa di cura Divina Provvidenza.

    Antonio Di Pietro

    Antonio Di Pietro

    Nel 2009 il Parlamento Europeo ha deciso di non revocare l'immunità di Antonio Di Pietro nell'ambito di un procedimento per diffamazione avviato da Filippo Verde, presso il Tribunale Civile di Roma.

    Enzo Tortora (ma ci rinuncia)

    Enzo Tortora (ma ci rinuncia)

    Nel 1984, Enzo Tortora (vittima di uno dei casi più eclatanti di malagiustizia in Italia), è stato eletto eurodeputato con i Radicali, anche per usufruire dell’immunità. Immunità a cui però ha subito deciso di rinunciare.

    Francesco De Lorenzo

    Francesco De Lorenzo

    Nel settembre 1993, l’ex ministro Francesco De Lorenzo, finito nello scandalo Sanità, si salva dall'arresto ottenendo l'immunità.

    Giulio Andreotti

    Giulio Andreotti

    Nel novembre del 1984 è Giulio Andreotti a essere salvato dal Parlamento riunito in seduta comune per la messa in stato di accusa dell'allora ministro. Verrà salvato da 484 voti contrari e 421 a favore. Andreotti rinuncerà all'immunità nel 1993, quando era senatore a vita, mettendosi a disposizione della giustizia che lo stava indagando per la presunta vicinanza alla mafia.

    Mariano Rumor

    Mariano Rumor

    Mariano Rumor, ex segretario e presidente del Consiglio della Dc coinvolto nello scandalo degli aerei Hercules, fu salvato alla Camera dall'arresto.

    Massimo D'Alema

    Massimo D'Alema

    Anche D'Alema è stato salvato dall'Europarlamento che, nel 2008, ha negato al gip Clementina Forleo la possibilità di utilizzare le intercettazioni nel caso Unipol.

    Silvio Berlusconi

    Silvio Berlusconi

    A luglio 2016 il Senato ha salvato Berlusconi: con voto a scrutinio segreto non ha dato l'autorizzazione all'utilizzo di intercettazioni telefoniche tra lui e le cosiddette Olgettine nell'ambito dell'inchiesta Ruby.

    Toni Negri

    Toni Negri

    Toni Negri (accusato di essere ideologo delle Brigate Rosse e mandante morale dell'omicidio di Aldo Moro) fu scarcerato nel 1984 in seguito all'elezione alla Camera nelle file del Partito Radicale, grazie a cui aveva ottenuto l'immunità.