Elezioni 2018, i candidati del Movimento 5 Stelle: chi sono i vincitori delle Parlamentarie

Sono stati ufficializzati i nomi dei candidati del Movimento Cinque Stelle per le elezioni politiche 2018, così come da risultati delle Parlamentarie, le primarie del M5S che si sono tenute sul web, come di norma, non senza polemiche. Accanto ai grillini della prima ora ci sono diverse novità interessanti nelle liste a cinque stelle. Vediamo i nomi di chi è stato più votato e parteciperà alle elezioni politiche 2018

da , il

    Elezioni 2018, i candidati del Movimento 5 Stelle: chi sono i vincitori delle Parlamentarie

    In occasione del ‘Di Maio Day’ a Pescara, il candidato premier del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio, ha ufficializzato la presentazione dei candidati inseriti nelle liste del M5S alle elezioni politiche 2018, risultato delle parlamentarie indette per l’occasione sul web. Ma con il passare delle ore altri nomi stanno aggiungendosi alla rosa dei candidati illustri alle politiche del 4 marzo, come quello dell’ex nuotatore Domenico Fioravanti. Nei giorni scorsi, alla chiusura della tre giorni del Villaggio Rousseau, è finalmente finita l’attesa e sono stati resi noti i risultati delle parlamentarie. Abbiamo dunque i nomi di chi sono i vincitori delle primarie M5S, ossia i candidati nei collegi uninominali e plurinominali che parteciperanno alle elezioni del 4 marzo sotto il nuovo simbolo del M5S. Ma ci sono anche nuove entrate dell’ultima ora, vediamo tutti i nomi dei candidati M5S alle politiche 2018.

    Candidati del Movimento 5 Stelle alle elezioni politiche 2018

    Ed eccoci finalmente a leggere i risultati delle parlamentarie del Movimento Cinque Stelle, con i nomi dei candidati che hanno vinto e che dunque parteciperanno alle elezioni politiche 2018.

    Alla vigilia di questa consultazione interna agli elettori cinquestelle, abbiamo già visto chi sono i candidati VIP del M5S per le parlamentarie 2018, volti noti che si sono buttati in politica provando a entrare nel partito di Grillo, anche se non tutti sono riusciti a farsi eleggere.

    Chi sono dunque i candidati del Movimento Cinque Stelle che hanno vinto le Parlamentarie per partecipare alle elezioni politiche 2018?

    Puoi leggere o scaricare qui il PDF con l’elenco di tutti i candidati che saranno presenti nelle liste del MoVimento 5 Stelle, così come definiti dalle parlamentarie 2018.

    Tra i nomi di punta confermati tra i candidati M5S ricordiamo Giulia Grillo, Laura Castelli e Paola Taverna, definite sui giornali le tre ‘lady di ferro’ grilline, poi c’è il comandante Gregorio De Falco, il presidente del Forum disabili Vincenzo Zoccano e il giornalista Emilio Carelli (questi ultimi due saranno candidati nei collegi uninominali), poi ancora il presidente Adusbef Elio Lannutti, e l’ex direttore della Padania Gianluigi Paragone.

    Tra i nomi dei possibili candidati illustri del Movimento Cinque Stelle che stanno circolando in queste ore, l’Ansa riporta anche quello dell’ex nuotatore Domenico Fioravanti, già due volte medaglia d’oro nel nuoto alle Olimpiadi di Sydney. Il campione potrebbe essere candidato in un collegio uninominale alla Camera, in Piemonte.

    Leggendo l’elenco dei vincitori delle Parlamentarie si nota che tanti veterani candidati del Movimento sono stati votati in maniera massiccia, cosa che ha fatto guadagnare loro la posizione di capolista ai relativi collegi plurinominali. Stiamo parlando di esponenti come il leader e candidato premier M5S Luigi Di Maio, e i deputati Roberto Fico, Paola Taverna, Carla Ruocco, Manlio Di Stefano, Danilo Toninelli. Primi risultano anche Carlo Sibilia in Campania, Alfonso Bonafede e Riccardo Fraccaro, esponenti che gli analisti politici danno molto vicini a Di Maio.

    Sono dunque state ufficializzate le liste per le elezioni politiche 2018, così come votate nelle parlamentarie del Movimento Cinque Stelle. Ma non sono mancati i malumori tra gli esclusi dalla votazione.

    A replicare alle polemiche è intervenuto anche Alessandro Di Battista, sostenendo: “Le esclusioni dalle parlamentarie? Chi ha la responsabilità di fare le liste ha il diritto e il dovere di valutare i profili di chi vuole candidarsi perché magari ci sono bravissime persone ma non ancora in grado di ricoprire un incarico così impegnativo come quello dentro il Parlamento”. Il deputato cinquestelle ha poi risposto alle domande dei giornalisti in merito all’esclusione del presidente del Codacons Carlo Rienzi, replicando: “Le spiegazioni sono già state date”, e aggiungendo: “Ci sono persone che sanno che se fanno ricorso sono sulle prime pagine dei giornali o sono invitati in tv. Ci siamo abituati”.