Elezioni Amministrative 2017: data e comuni al voto in Italia

Un quadro in sintesi delle prossime elezioni amministrative 2017: dopo la scelta della data che ha tolto ogni dubbio su quando si vota, vediamo tutti i comuni interessati dalle elezioni amministrative in Italia ricordando come si vota, come richiedere la tessera elettorale e qualche piccola curiosità sulle Comunali 2017, anche nelle regioni a statuto speciale

da , il

    Elezioni Amministrative 2017: data e comuni al voto in Italia

    Parte la campagna elettorale per le Elezioni Amministrative 2017 in Italia. La data è stata decisa e non ci resta che vedere quali sono i Comuni al voto interessati dalle prossime elezioni amministrative. Come si vota? Scopriamo dettagli, elenco e curiosità delle elezioni Comunali 2017, con la lista di tutte le città interessate, anche delle Regioni a statuto speciale. Sotto l’occhio dei riflettori ci sono diversi comuni ‘importanti’ in cui si eleggeranno i nuovi organi di governo in questa tornata di elezioni amministrative 2017: Palermo (con Orlando sindaco uscente, un nome storico, in carica dagli anni 90 con la sola interruzione dell’amministrazione Cammarata) ma anche Parma (qui gli sfidanti di Pizzarotti che si ripresenta), poi Genova (qui i candidati sindaco), Alessandria, La Spezia, Verona, Monza (qui le ultime news), Piacenza, Taranto, Lecce e L’Aquila. Si voterà per le elezioni comunali anche in molti altri capoluoghi di provincia: Pistoia, Lucca, Como, Asti, Trapani, Cuneo, Rieti, Frosinone, Lodi, Belluno, Gorizia e Oristano ma in definitiva, dando uno sguardo ai numeri, le Amministrative 2017 interesseranno soprattutto i Comuni delle seguenti regioni: Lombardia, Sicilia, Campania, Piemonte, Veneto, Calabria e Sardegna. Vediamo di seguito un quadro di sintesi delle prossime Elezioni Amministrative 2017.

    ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2017: DATA

    Quando si vota per le Elezioni Amministrative 2017? Le prossime Elezioni Amministrative si terranno l’11 giugno 2017, domenica, e i seggi restano aperti dalle ore 7:00 alle ore 23:00. La data dell’eventuale ballottaggio sarà il 25 giugno 2017. Per quanto riguarda invece le Regioni a statuto speciale (Valle d’Aosta e Trentino Alto Adige) le elezioni amministrative sono state programmate per domenica 7 maggio, dalle ore 7 alle ore 23. L’eventuale ballottaggio per l’elezione del Sindaco nelle regioni a statuto speciale è previsto per domenica 21 maggio 2017.

    LEGGI QUI PER SAPERE

    COME DIVENTARE SCRUTATORE O PRESIDENTE DI SEGGIO

    ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2017 PAR CONDICIO

    Anche per le elezioni amministrative dell’11 giugno 2017 vige la regola della par condicio, che scatta dal 27 aprile prossimo, quando ciascun prefetto darà il via all’affissione dei manifesti di convocazione dei comizi elettorali che comporterà anche una riduzione dell’attività dei comuni che si occuperanno solo di atti urgenti e improrogabili. Dal 27 aprile, quindi la par condicio obbligherà i media a garantire visibilità equa a tutti i partiti e movimenti politici interessati dalle elezioni comunali. Dal 27 maggio, però, sarà comunque vietato diffondere sondaggi politici elettorali.

    ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2017: COMUNI AL VOTO

    Se non ci saranno consigli comunali sciolti per Decreto del presidente della Repubblica, i Comuni interessati dalle Elezioni Amministrative resteranno 1027 su 7.983, considerando sia le regioni a statuto ordinario (771) che quelle a statuto speciale (219). Si voterà in 26 Capoluoghi di provincia. Venerdì 12 maggio inizierà la finestra di due giorni in cui andranno presentate le liste dei candidati e dei contrassegni.

    REGIONE NUMERO COMUNI AL VOTO CAPOLUOGHI DI PROVINCIA COMUNI CON +15000 ABITANTI
    Abruzzo 50 L’AQUILA Avezzano, Martinsicuro, Ortona, San Salvo, Spoltore
    Basilicata 24 Policoro
    Calabria 83 CATANZARO Acri, Gioia Tauro, Palmi, Paola
    Campania 89 Acerra, Agropoli, Arzano, Bacoli, Capaccio Paestum, Ischia, Maddaloni, Marano di Napoli, Mercato San Severino, Mondragone, Nocera Inferiore, Pompei, Portici, Pozzuoli, San Felice a Cancello, Sant’Antimo, Saviano, Scafati, Torre Annunziata
    Emilia-Romagna 20 PARMA, PIACENZA Budrio, Comacchio, Riccione
    Friuli Venezia Giulia 27 GORIZIA Azzano Decimo
    Lazio 55 FROSINONE, RIETI Ardea, Cerveteri, Fonte Nuova, Frascati, Gaeta, Grottaferrata, Guidonia Montecelio, Ladispoli, Sabaudia, Sezze, Tarquinia
    Liguria 19 GENOVA, LA SPEZIA Chiavari
    Lombardia 139 COMO, LODI, MONZA Abbiategrasso, Buccinasco, Cantù, Cassano Magnago, Castiglione delle Stiviere, Cernusco sul Naviglio, Cesano Maderno, Crema, Darfo Boario Terme, Desenzano del Garda, Erba, Garbagnate Milanese, Gussago, Legnano, Lentate sul Seveso, Lissone, Magenta, Meda, Melegnano, Melzo, Mortara, Palazzolo sull’Oglio, San Donato Milanese, Senago, Sesto San Giovanni, Tradate, Vimodrone
    Marche 19 Civitanova Marche, Corridonia, Fabriano, Jesi, Porto San Giorgio, Sant’Elpidio a Mare, Tolentino
    Molise 18 -
    Piemonte 97 ALESSANDRIA, ASTI, CUNEO Acqui Terme, Borgomanero, Chivasso, Grugliasco, Mondovì, Omegna, Savigliano, Rivalta di Torino
    Puglia 55 LECCE, TARANTO Bitonto, Canosa di Puglia, Casarano, Castellana Grotte, Castellaneta, Galatina, Galatone, Giovinazzo, Gravina in Puglia, Martina Franca, Molfetta, Mottola, Palagiano, Polignano a Mare, Santeramo in Colle, Sava, Terlizzi, Tricase
    Sardegna 66 LANUSEI, ORISTANO Selargius
    Sicilia 133 PALERMO, TRAPANI Aci Catena, Altofonte, Avola, Belmonte Mezzagno, Campobello di Licata, Castelvetrano, Cefalù, Erice, Ficarazzi, Floridia, Lipari, Melilli, Misterbianco, Niscemi, Palagonia, Paternò, Pozzallo, Santa Flavia, Sciacca, Termini Imerese
    Toscana 33 LUCCA, PISTOIA Camaiore, Carrara, Quarrata, Reggello
    Trentino-Alto Adige 2 -
    Umbria 7 Narni, Todi
    Valle d’Aosta 3
    Veneto 88 BELLUNO, PADOVA, VERONA Abano Terme, Cerea, Conegliano, Feltre, Jesolo, Marcon, Mira, Mirano, Santa Maria di Sala, Thiene, Vigonza

    ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2017: COME SI VOTA

    Per recarsi alle urne e esprimere il proprio voto è sufficiente presentare un valido documento di identità e la tessera elettorale.

    LEGGI ANCHE

    COME RICHIEDERE O RINNOVARE LA TESSERA ELETTORALE

    Le elezioni amministrative seguono regole diverse a seconda del numero di abitanti di ciascun comune. Ad esempio nei Comuni con meno di 15mila abitanti si può esprimere una sola preferenza per i candidati a consigliere comunale, invece che due. C’è poi da ricordare che per esprimere due preferenze all’interno di una stessa lista, occorre rispettare la variazione di genere e votare un candidato uomo e una donna, pena l’annullamento della seconda preferenza. In caso di ”pareggio” ossia se nessuno dei due candidati raggiunge il 50% +1 delle preferenze, al ballottaggio andranno solo i comuni con popolazione maggiore ai 15mila abitanti, negli altri, invece vince il candidato con la maggioranza relativa.

    Come si vota alle Comunali, fino a 15mila abitanti

    Tracciando un segno solo sul candidato sindaco, solo sulla lista collegata al candidato sindaco o su entrambi. Il voto viene attribuito sia alla lista di candidati consiglieri che al candidato sindaco.

    Come si vota alle Comunali, oltre i 15mila abitanti

    Tracciando un segno solo sul candidato sindaco, il voto viene attribuito solo a lui. Tracciando un segno su una delle liste collegate al candidato sindaco o sul candidato sindaco e su una delle liste a lui collegate, il voto va a entrambi. In caso di voto disgiunto, si può tracciare un segno sul candidato sindaco e un altro su una lista non collegata.

    ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2017: CURIOSITA’

    Da segnalare che in questa tornata di elezioni amministrative 2017 si voterà per la prima volta in otto nuovi comuni istituiti proprio nel 2017 mediante processi di fusione amministrativa. Inoltre si voterà in quattro comuni capoluogo di regione (Catanzaro, Genova, L’Aquila e Palermo) ed in ventidue comuni capoluogo di provincia (Alessandria, Asti, Belluno, Como, Cuneo, Frosinone, Gorizia, La Spezia, Lanusei, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Taranto, Trapani e Verona). Le città con più di 100.000 abitanti, interessate dalle elezioni comunali, sono: Genova, Monza, Padova, Palermo, Parma, Piacenza, Taranto e Verona. Il comune più piccolo in cui si voterà è Blello (BG), che conta solo 71 abitanti al 31 dicembre 2015 (data ultimo censimento Istat).