Gentiloni torna al lavoro: approvati i decreti attuativi su unioni civili e Buona Scuola

Il premier aveva subito un intervento chirurgico di angioplastica

da , il

    Gentiloni torna al lavoro: approvati i decreti attuativi su unioni civili e Buona Scuola

    Paolo Gentiloni è stato dimesso dall’ospedale Gemelli di Roma, dove aveva subito un intervento chirurgico di angioplastica, ed è tornato subito al lavoro. Sabato mattina ha infatti presieduto il Consiglio dei ministri in cui sono stati approvati i decreti attuativi su unioni civili e Buona Scuola. Si chiude a Palazzo Chigi, dunque, la settimana delicata del premier. Martedì notte era stato ricoverato per un malore al rientro da Parigi, dove aveva incontrato François Hollande per la prima tappa del tour delle cancellerie europee. “Francia e Italia sono impegnate a rilanciare l’Ue in uno dei momenti più difficili dopo la Brexit e le priorità sono crescita e lavoro. Non esiste futuro per un’Europa concentrata sul bilancio e non sul lavoro”, aveva affermato in conferenza stampa con il presidente francese.

    LEGGI ANCHE

    ANGIOPLASTICA: DI COSA SI TRATTA

    Poi il rientro a Roma e il malore. Gentiloni era stato portato all’ospedale Gemelli per un controllo e si era reso necessario un piccolo intervento di angioplastica a un vaso periferico. L’intervento, eseguito dal professor Filippo Crea, direttore del Polo di Scienze Cardiovascolari, e dalla sua equipe, era riuscito perfettamente. “Il pieno successo dell’intervento è confermato questo pomeriggio dall’ottimo decorso clinico”, assicurava il bollettino medico. Tanto che il premier aveva subito twittato per rassicurare sulle sue condizioni di salute.

    tweet gentiloni

    Venerdì mattina ha lasciato la terapia intensiva ed è stato trasferito in reparto. Qui ha ricevuto la visita di Maria Elena Boschi, sottosegretario alla presidenza del Consiglio, e in serata del predecessore Matteo Renzi. Incontri per sincerarsi sulla sua salute ma anche per parlare di lavoro: appena Gentiloni tornerà a Palazzo Chigi è in programma infatti un consiglio dei ministri.

    Gentiloni dimesso dall’ospedale

    Sabato mattina il premier, come previsto, ha lasciato l’ospedale. Ma niente riposo. Tempo di passare un attimo da casa che è dovuto tornato a Palazzo Chigi: alle 12 ha presieduto infatti il Consiglio dei ministri. Gentiloni sembra intenzionato anche a confermare l’agenda di incontri internazionali, a partire dal vertice di mercoledì a Berlino con Angela Merkel. A conferma che sta bene e che si è ripreso perfettamente.

    Le unioni civili sono legge

    Nel corso del Cdm è stato dato il via libera ai tre decreti legislativi sulle unioni civili e a otto delle nove deleghe sulla Buona scuola. “Oggi il Consiglio dei ministri ha approvato gli ultimi decreti legislativi sulle unioni civili. Sembrava un traguardo irraggiungibile. Invece passo dopo passo l’Italia ce l’ha fatta. Quello che era un sogno adesso è realtà”, ha scritto su Facebook Maria Elena Boschi, sottosegretaria alla presidenza del Consiglio. Poi ha commentato anche su Twitter.

    boschi decreti

    Questo invece il commento di Gentiloni, che ha promesso: “Le riforme non si fermano”.

    Gentiloni decreti