Lettera di Lara Lago al ministro Poletti dopo l’offesa ai cervelli in fuga

Lo sfogo su Facebook di una giornalista italiana emigrata in Olanda per lavorare

da , il

    Lettera di Lara Lago al ministro Poletti dopo l’offesa ai cervelli in fuga

    La lettera di Lara Lago al ministro Poletti dopo la frase sui cervelli in fuga sta facendo il giro del web. Lara è proprio una dei centomila giovani italiani che hanno preferito fare le valige ed emigrare alla ricerca di un lavoro migliore. I cosiddetti cervelli in fuga che si sono sentiti offesi dalle parole del ministro del Lavoro: “Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averla più fra i piedi”.

    Lara Lago, giornalista veneta trasferitasi in Olanda, si è sfogata su Facebook. La sua lettera al ministro Poletti è stata condivisa da quasi 40mila persone in poche ore. “Lei dice che i 100mila giovani che se ne sono andati non sono i migliori. È vero, ma siamo quelli che non si sono accontentati”, ha scritto la ragazza, firmandosi “una dei 100mila giovani che se n’è andata dall’Italia, una di quelle che ‘è meglio non avere tra i piedi’ come ha dichiarato lei”.