NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Chi è Maria Elena Boschi, neo sottosegretario alla presidenza del Consiglio del Governo Gentiloni

Chi è Maria Elena Boschi, neo sottosegretario alla presidenza del Consiglio del Governo Gentiloni

Un ruolo chiave per l'ex ministro per le Riforme costituzionali del governo Renzi

da in Governo Gentiloni, Governo italiano, Maria Elena Boschi, PD – Partito Democratico, Politica
Ultimo aggiornamento:

    Chi è Maria Elena Boschi? Da ministro per le Riforme costituzionali nel governo Renzi a sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo guidato da Paolo Gentiloni. In sostanza per Maria Elena Boschi la disfatta del referendum sulla riforma costituzionale (da lei firmata) non le ha impedito di continuare a fare politica e di ricoprire ruoli strategici di una certa importanza, nonostante a un certo punto avesse annunciato di voler lasciare la politica… Invece per lei è stato ritagliato un bel posticino nella stanza dei bottoni, un ruolo di potere che evidenzia la continuità con il governo Renzi dimissionario (e con il cosiddetto Giglio Magico). Conosciamola meglio.

    L’ex ministro delle Riforme Maria Elena Boschi è stata nominata sottosegretario alla presidenza del Consiglio nel governo guidato da Paolo Gentiloni.

    Di Laterina, ma nata a Montevarchi, classe 1981, già avvocato esercitante la professione a Firenze specializzata in diritto societario, Maria Elena Boschi fin da subito ha dato spazio alla sua ambizione dandosi corpo e anima alla politica. E’ stata eletta in qualità di deputato per la lista del Partito Democratico alle politiche del 2013, nella circoscrizione Regione Toscana. Membro della direzione del Partito Democratico di Firenze, durante le Primarie del centrosinistra, nel 2012, ha sostenuto fortemente la candidatura del dimissionario premier Matteo Renzi. Anche se, nel 2009 tifava a gran voce per la candidatura a sindaco di Firenze del dalemiano Michele Ventura, quindi era contro Renzi. Segno che il tempo ha corretto la direzione di appartenenza della Boschi, che ha fatto il cosiddetto ”salto della quaglia”.

    Maria Elena Boschi ospite di Otto e Mezzo

    Membro del CdA di Publiacqua fino a giugno 2013, quando ha rassegnato le dimissioni dall’incarico, Boschi è stata dal 9 dicembre 2013 membro della segreteria nazionale del Partito Democratico, con il ruolo di responsabile alle riforme. A capo del Pd c’era già Matteo Renzi come nuovo segretario nazionale.

    Già nell’esecutivo di Renzi l’avvocato Elena Boschi era data per certa tra i nuovi candidati per un incarico governativo. Da subito, visto i precedenti, per lei si pensava al ministero per le Riforme, dei Rapporti con il Parlamento e persino dell’Attuazione del programma.

    E difatti con Renzi ha provato a riformare la Costituzione con Verdini e Calderoli, salvo poi scontrarsi con il volere degli italiani che, con il referendum, l’hanno sonoramente bocciata. A Firenze qualcuno mormora: “È una miracolata. Senza Renzi, non esiste”.

    Palazzo Chigi

    (Boschi saluta l’ex premier nel passaggio di consegne tra Renzi e Gentiloni a Palazzo Chigi)

    Come accennato, è da sempre considerata una persona vicinissima e fedelissima dell’ex sindaco di Firenze, ed ex premier Renzi, per il quale ha ricoperto anche il ruolo di consigliere giuridico. Maria Elena Boschi è pure una delle più convinte organizzatrici della Leopolda, tanto che si è meritata l’appellativo “La giaguara della Leopolda”. Questo perché, oltre che con tanta grinta, giunse alla kermesse fiorentina in scarpe leopardate e tacco dodici, tanto che i giornalisti fecero un collegamento con il celebre ”giaguaro da smacchiare” di Bersani (quando l’ex segretario Pd si riferiva a Berlusconi).

    Banca Etruria, insieme ad altre tre banche popolari, si è trovata in una situazione molto difficile nel corso del 2015 e nell’autunno di quell’anno è stata salvata con un intervento del governo, che ha applicato una versione parziale della procedura di bail-in. Il padre della Boschi, l’ex democristiano traslocato nel Pd Pierluigi Boschi, è stato consigliere d’amministrazione della banca ed era vicepresidente dell’Istituto al momento del commissariamento nel febbraio del 2015, mentre il fratello fino al marzo 2015 è stato responsabile “cost management”. I reati ipotizzati nelle indagini svolte in merito erano truffa, fatture false e bancarotta. Ma la Boschi ha sempre difeso il padre: LEGGI QUI LE SUE PAROLE

    Palazzo Chigi   Passaggio di consegne tra Renzi e Gentiloni

    (Boschi sottosegretaria del governo Gentiloni a Palazzo Chigi)

    I MINISTRI DEL GOVERNO DI PAOLO GENTILONI
    Esteri: Alfano Interno: Minniti Lavoro: Poletti
    Economia: Padoan Difesa: Pinotti Giustizia: Orlando
    Cultura: Franceschini Salute: Lorenzin Istruzione: Fedeli
    Sviluppo Economico: Calenda Agricoltura: Martina Trasporti: Delrio
    Ambiente: Galletti Rapp. col Parlamento: Finocchiaro Affari regionali: Costa
    Semplificazione: Madia Mezzogiorno: De Vincenti Sport: Lotti
    Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Boschi

    1161

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Governo GentiloniGoverno italianoMaria Elena BoschiPD – Partito DemocraticoPolitica
    PIÙ POPOLARI