Chi è Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione del governo Gentiloni

Prende il posto che fu di Stefania Giannini nel governo Renzi

da , il

    Chi è Valeria Fedeli, ministro dell’Istruzione del governo Gentiloni

    Valeria Fedeli è il nuovo ministro dell’istruzione del neo governo Gentiloni. Prende il posto che fu, nel precedente governo Renzi, di Stefania Giannini, da cui eredita la legge sulla Buona Scuola.

    Classe 1949, Valeria Fedeli è un ex sindacalista e senatrice per il Partito Democratico. Prima di essere nominata Ministro dell’Istruzione, rivestiva la carica di vicepresidente del Senato.

    Nata a Treviglio, in provincia di Bergamo, cresce in una realtà che lei stessa definisce ‘operosa e attiva’, da cui trae l’ispirazione per avvicinarsi al mondo dei sindacati. Consegue il diploma di laurea in Scienza Sociali a Milano, dove scopre la passione per il mondo della politica e la volontà di lottare per le donne e per il cambiamento democratico.

    Valeria Fedeli comincia la sua attività da sindacalista negli anni ’70, quando entra a far parte della CGIL. Nel 1982, si trasferisce a Roma dove si occupa di segreteria prima nel settore pubblico e poi nel settore tessile. Dal 2000 al 2010 veste i panni di segretaria generale per la categoria dei lavoratori tessili.

    Dopo aver svolto il ruolo di presidentessa del sindacato tessile europeo, lascia il mondo dei sindacati per dedicarsi a pieno alla carriera politica: alle elezioni del 2012, si candida quindi nella lista del Partito Democratico come capolista per il Senato nella regione Toscana.

    Viene eletta nel 2013, e dal 21 marzo dello stesso anno diventa Vicepresidente del Senato della Repubblica per il Partito Democratico. Inoltre, presiede la IV Commissione Difesa del Senato.

    La figura di Valeria Fedeli non sembra convincere gli insegnanti, poiché è un personaggio estraneo alla scuola. Per i prossimi mesi era programmata l’approvazione di alcuni decreti previsti dalla Buona Scuola. Considerate le ultime vicende politiche, è probabile che l’approvazione di tali decreti venga posticipata: quale sarà il modus operandi della Fedeli, rispetto alla amministrazione precedente guidata da Stefania Giannini?

    I MINISTRI DEL GOVERNO DI PAOLO GENTILONI
    Esteri: Alfano Interno: Minniti Lavoro: Poletti
    Economia: Padoan Difesa: Pinotti Giustizia: Orlando
    Cultura: Franceschini Salute: Lorenzin Istruzione: Fedeli
    Sviluppo Economico: Calenda Agricoltura: Martina Trasporti: Delrio
    Ambiente: Galletti Rapp. col Parlamento: Finocchiaro Affari regionali: Costa
    Semplificazione: Madia Mezzogiorno: De Vincenti Sport: Lotti
    Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio: Boschi