Referendum, Silvio Berlusconi al seggio colpito da un microfono

Solo un blando rimprovero ai cronisti: nel 1996 in una situazione simile si arrabbiò tantissimo

da , il

    Referendum, Silvio Berlusconi al seggio colpito da un microfono

    Fuori scena con siparietto per Silvio Berlusconi nella giornata del voto sul referendum costituzionale. L’ex Cavaliere si è recato ai seggi ed è stato circondato dai giornalisti che lo attendevano per raccogliere un commento, ma nella foga è stato toccato da un microfono sulla guancia, come mostrato in un video del Corriere della Sera. “Ahia, fate attenzione”, ha detto con toni pacati. Tutt’altra reazione rispetto al 1996 quando, chiamato a testimoniare per un processo di mafia a Catania, l’allora premier si arrabbiò moltissimo dopo essere stato involontariamente colpito da un microfono. Allora lo strappò di mano all’inviato della rai (che era stato spinto nella ressa) urlò: “Cribbio, ma che fa? Me l’ha dato sui denti“.