Giunta de Magistris: a Napoli possibile conferma degli assessori uscenti, resta il nodo dimissionari

Giunta de Magistris: a Napoli possibile conferma degli assessori uscenti, resta il nodo dimissionari

Resta il nodo dei dimissionari eletti nel Consiglio Comunale

da in Elezioni amministrative, Elezioni amministrative 2016, Elezioni Comunali a Napoli, Luigi de Magistris, Politica
Ultimo aggiornamento:

    Dopo il verdetto delle Comunali 2016, e incassata la schiacciante vittoria su Gianni Lettieri, Luigi de Magistris punta a riconfermare la nuova Giunta con gli assessori che già la compongono seguendo il motto ‘squadra che vince non si cambia‘: ”Per ora vado avanti con gli assessori che ho. Non sostituirò nessuno almeno per tre mesi. Se ne parlerà dopo l’estate”, ha infatti sostenuto il confermato sindaco partenopeo, che appena dopo la proclamazione si riserva di sentire gli assessori per capire ”chi se la sente di continuare. Ma la mia intenzione è dare continuità amministrativa immediata”. La Giunta sarà composta da 11 persone, ma resta il nodo degli assessori dimissionari ed eletti nel Consiglio Comunale.

    LEGGI ANCHE CHI C’E’ NEL CONSIGLIO COMUNALE DI NAPOLI

    La soluzione all’enigma dei nomi che andranno a comporre la giunta de Magistris definitiva, dunque, si avrà solo dopo l’estate ma è possibile ci siano delle new entry. Della Giunta attuale, tre assessori sono stati eletti in Consiglio comunale: si tratta di Alessandra Clemente (Giovani), Ciro Borriello (con delega allo Sport) e Alessandro Fucito (Patrimonio). I primi due si sono dimessi prima delle elezioni amministrative mentre Fucito ha mantenuto la sua carica, vista la natura della sua delega (si dovevano assegnare le case a Ponticelli e a Scampia), ma tutti decideranno quale incarico tenere all’atto della proclamazione degli eletti, vista l’incompatibilità tra l’incarico di assessore e quello di consigliere comunale.

    LEGGI ANCHE LE ANALISI DEL VOTO 2016: I PROMOSSI E I BOCCIATI

    In caso di necessità sembra verosimile che de Magistris assuma ad interim gli incarichi dei dimissionari, almeno fino a quando la giunta non sarà varata definitivamente: ”Inaugureremo una metodologia politica mai conosciuta da Napoli, aprendo gli stati generali della consultazione in città”, promette il sindaco ai suoi concittadini. Intanto si fanno ipotesi: dovrebbe proseguire il lavoro in giunta l’assessore all’Urbanistica Carmine Piscopo, così come Raffaele Del Giudice, ma non si sa ancora con quale incarico (vicesindaco con delega all’Ambiente oppure solo assessorato all’Ambiente) e Nino Daniele (altro possibile vice). In caso di dimissioni di Borriello e Fucito potrebbero subentrare Pietro Rinaldi e Rosaria Galiero.

    Resta da capire il posizionamento di Raimondo Pasquino, Alessandra Clemente, Errico Panini, David Lebro e Roberta Gaeta, che ha la delega al Welfare. E anche che fine faranno Salvatore Palma (Bilancio), Annamaria Palmieri (Scuola) e Mario Calabrese (Mobilità).

    482

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Elezioni amministrativeElezioni amministrative 2016Elezioni Comunali a NapoliLuigi de MagistrisPolitica Ultimo aggiornamento: Martedì 21/06/2016 15:50
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI