Ballottaggio amministrative 2016: affluenza e risultati di Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna

Ballottaggio amministrative 2016: affluenza e risultati di Roma, Milano, Napoli, Torino e Bologna

I risultati di Roma, Milano, Torino, Napoli e Bologna

    Dalle elezioni amministrative 2016 ai ballottaggi 2016: il 19 giugno ha visto il voto in 126 comuni italiani fra i due candidati che hanno ottenuto i migliori risultati alle comunali. Cinque in particolare sono state le piazze più calde: stiamo parlando di Roma, Milano, Torino, Napoli e Bologna.
    Non è bastato, come prevedibile, il primo turno delle elezioni comunali nelle città più grandi.
    Tra i capoluoghi le eccezioni sono arrivate da Rimini, Cagliari, Salerno e Cosenza, dove al primo turno sono stati eletti sindaco rispettivamente Andrea Gnassi (PD), Massimo Zedda (SEL), Vincenzo Napoli (PD) e Mario Occhiuto (Liste civiche e Forza Italia).

    Affluenza nazionale
    Ore 12:00
    Ore 19:00
    Ore 23:00
    Ballottaggio 19 giugno
    14,48%
    36,56%
    50,54%
    Primo turno 5 giugno
    16,41%
    43,72%
    66,24%

    Di seguito il dettaglio dei risultato del ballottaggio nelle cinque maggiori città: Roma, Milano, Torino, Napoli e Bologna.
    Vi rimandiamo a questa pagina per conoscere invece gli esiti del ballottaggio negli altri comuni capoluogo di provincia al voto per l’elezione del sindaco.

    Cos’è il ballottaggio: il ballottaggio è un voto che permette ai cittadini di scegliere il proprio sindaco fra i due candidati che al primo turno delle elezioni comunali hanno ottenuto la maggioranza dei voti. Il ballottaggio è previsto dal 1993 per i Comuni con almeno 15mila abitanti, nel caso in cui nessuno dei candidati abbia ottenuto la maggioranza assoluta al primo turno delle elezioni amministrative. Il ballottaggio è fissato 14 giorni dopo il primo turno. È previsto nei comuni con meno di 15mila abitanti solo nel raro ma possibile caso in cui due candidati abbiano ottenuto lo stesso identico risultato elettorale.


    Giachetti Raggi

    (Dettaglio da foto )

    Lo scarto fra la candidata del Movimento 5 Stelle Virginia Raggi e il candidato del PD Roberto Giachetti è praticamente un abisso: 67,15% contro 32,85%. Per il PD di Roma i sogni di gloria sono un ricordo sbiadito: Virginia Raggi è il nuovo sindaco di Roma.

    Per eleggere il successore di Ignazio Marino e del commissario straordinario Francesco Paolo Tronca al Campidoglio, è servito il ballottaggio. Il primo turno ha sancito la vittoria schiacciante di Virginia Raggi, candidata del Movimento 5 Stelle. Risultato abbastanza scontato, secondo i sondaggi. Più incerta era la partita per il secondo posto: a vincerla Roberto Giachetti.
    Al primo turno il candidato del PD ha battuto Giorgia Meloni e staccato, di molto, Alfio Marchini e Stefano Fassina. Era favorita fin dal principio nella sfida finale la Raggi. A Roma il PD ha perso colpi con la contestata fine della giunta Marino.
    SCOPRI DI PIU’: VIRGINIA RAGGI E’ IL NUOVO SINDACO DI ROMA

    Affluenza Roma
    Ore 12:00
    Ore 19:00
    Ore 23:00
    Ballottaggio 19 giugno
    13,49%
    35,25%
    50,50%
    Primo turno 5 giugno
    14,46%
    40,01%
    67,31%

    Il programma di Virginia Raggi
    Il programma di Roberto Giachetti
    I programmi a confronto


    sala parisi

    (Dettaglio da foto )

    Prevedibile già da prima delle elezioni, a Milano, la sfida finale tra Beppe Sala e Stefano Parisi. L’ex commissario Expo, PD, al primo turno ha battuto di poco il candidato di centrodestra. Il ballottaggio ha visto la conferma di quel risultato: dopo un lungo testa a testa, Sala si è aggiudicato la vittoria al fotofinish col 51,70% dei voti. Sala potrebbe rappresentare la continuità con la giunta Pisapia. Per Parisi il 48,30% delle preferenze.
    Parisi, nelle grandi città, era l’unico candidato forte del centrodestra, anche grazie all’appoggio di Salvini e della Lega Nord.

    SCOPRI DI PIU’: BEPPE SALA E’ IL NUOVO SINDACO DI MILANO.

    Affluenza Milano
    Ore 12:00
    Ore 19:00
    Ore 23:00
    Ballottaggio 19 giugno
    15,86%
    39,65%
    51,57%
    Primo turno 5 giugno
    15,80%
    43,06%
    59,42%

    Il programma di Beppe Sala
    Il programma di Stefano Parisi
    I programmi a confronto


    lettieri de magistris

    (Dettaglio da foto )

    Come nel 2011, Luigi de Magistris contro Gianni Lettieri. All’epoca il magistrato vinse e secondo i sondaggi (e i risultati del primo turno) era favorito anche quest’anno. E infatti la vittoria di Luigi de Magistris nei confronti dello sfidante Gianni Lettieri è stata schiacciante: 66,85% dei voti contro 33,15%. Sfida in salita fin dal principio, insomma, per il candidato del centrodestra Lettieri, che ha comunque sconfitto al primo turno i candidati del PD (Valeria Valente) e del M5S (Matteo Brambilla). L’indice di gradimento per de Magistris restava troppo alt fin dal principio perché Lettieri potesse avere concrete possibilità di vittoria. Di certo aver portato lui almeno fino al ballottaggio è un contentino per un centrodestra in crisi.
    SCOPRI DI PIU’: LUIGI DE MAGISTRIS CONFERMATO SINDACO DI NAPOLI

    Affluenza Napoli
    Ore 12:00
    Ore 19:00
    Ore 23:00
    Ballottaggio 19 giugno
    10,49%
    26,10%
    37,89%
    Primo turno 5 giugno
    19,59%
    39,88%
    72,57%

    Il programma di Luigi de Magistris
    Il programma di Gianni Lettieri
    I programmi a confronto


    fassino appendino

    (Collage da foto )

    A Torino ballottaggio tra Piero Fassino e Chiara Appendino. Il sindaco uscente del PD ha vinto nel primo turno, ma ha clamorosamente perso al ballottaggio contro la sfidante del Movimento 5 Stelle. Fassino, che nel 2011 aveva stravinto al primo turno grazie a un plebiscito popolare, nel 2016 ha perso voti e consenso, nonostante Torino sia una città ben amministrata e con altissimi standard nei servizi.
    Chiara Appendino ai torinesi piace per quanto fatto all’opposizione in questi anni, per il suo carattere forte, deciso e ribelle. Ma soprattutto perché dopo 23 anni di predominio del centrosinistra i torinesi hanno deciso di cambiare. Il risultato elettorale è stato: 54,56% delle preferenze per Chiara Appendino e 45,44% per Piero Fassino.
    SCOPRI DI PIU’: CHIARA APPENDINO E’ IL NUOVO SINDACO DI TORINO

    Affluenza Torino
    Ore 12:00
    Ore 19:00
    Ore 23:00
    Ballottaggio 19 giugno
    14,81%
    38,70%
    53,44%
    Primo turno 5 giugno
    14,57%
    42,16%
    62,34%

    Il programma di Piero Fassino
    Il programma di Chiara Appendino
    I programmi a confronto


    merola borgonzoni

    (Collage da foto )

    Occhi puntati anche a Bologna, dove il ballottaggio ha visto Virginio Merola contro Lucia Borgonzoni. Virginio Merola, sindaco uscente, ha affrontato Lucia Borgonzoni e ha vinto. Questo l’esito delle urne: 54,64% dei voti per Merola, 45,36% dei voti per Borgonzoni.
    Merola, che sperava addirittura nella vittoria al primo turno nella rossa Bologna, ha rischiato grosso contro la candidata di Salvini. Al primo turno il sindaco uscente si è fermato al 40%, mentre la Borgonzoni ha raggiunto il 22%, staccando Massimo Bugani (M5S). Per i democratici di Bologna si è intravisto lo spettro delle elezioni del 1999, quando la candidata di centrosinistra arrivò al ballottaggio con il 46% e fu sconfitta dal centrodestra al ballottaggio.
    SCOPRI DI PIU’: VIRGINIO MEROLA CONFERMATO SINDACO DI BOLOGNA

    Affluenza Bologna
    Ore 12:00
    Ore 19:00
    Ore 23:00
    Ballottaggio 19 giugno
    17,68%
    41,80%
    53,44%
    Primo turno 5 giugno
    19,97%
    46,46%
    62,27%

    Il programma di Virginio Merola
    Il programma di Lucia Borgonzoni
    I programmi a confronto

    2471

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI