Furbetti del cartellino, licenziamento in 30 giorni

Furbetti del cartellino, licenziamento in 30 giorni

Matteo Renzi: 'Se mi freghi ti stango'

da in Lavoro, News Politica, Politica
Ultimo aggiornamento:
    Furbetti del cartellino, licenziamento in 30 giorni

    Arriva la stangata per i furbetti del cartellino, licenziamento lampo per chi viene beccato. “Se mi freghi ti stango, se lavori bene premio il tuo lavoro” ha detto il premier Matteo Renzi, proprio ieri a Caserta sono stati arrestati 9 dipendenti di una Asl perché beccati a timbrare il cartellino per poi allontanarsi dal luogo di lavoro.

    “Per chi viene beccato a timbrare il cartellino e andarsene la pacchia è finita”, è infatti legge il decreto sui licenziamenti “cattivi ma giusti” sono le parole dure del premier Matteo Renzi che annuncia l’approvazione definitiva in Consiglio dei ministri delle nuove regole per sanzionare chi “truffa lo Stato”. Dopo 48 ore la sospensione e entro 30 il licenziamento, e la regola secondo cui “un vizio formale” non può bloccare il licenziamento ha spiegato la ministra della P.a.

    Marianna Madia, che ha siglato il provvedimento. Dunque per i furbetti del cartellino sarà più difficile ottenere il reintegro.
    La Ministra Madia è chiara: “Nel pubblico le norme sulle sanzioni devono essere più rigide che nel privato, per motivi etici, e nel Testo Unico sul pubblico impiego continueremo il lavoro sui procedimenti disciplinari per cancellare le aberrazioni”.

    276

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN LavoroNews PoliticaPolitica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI