Ballottaggio Torino 2016, Piero Fassino e Chiara Appendino: programmi a confronto

Ballottaggio Torino 2016, Piero Fassino e Chiara Appendino: programmi a confronto

Faccia a faccia tra le proposte dei due candidati sindaco di Torino

    Ballottaggio Torino 2016, Piero Fassino e Chiara Appendino: programmi a confronto

    Dopo il primo turno delle elezioni amministrative 2016, Torino va al ballottaggio: i due candidati che si contenderanno l’ambita poltrona di primo cittadino della città sabauda sono Piero Fassino e Chiara Appendino. L’ex sindaco di Torino cercherà di tenersi quel ruolo che ha rivestito dal 2011, mentre l’Appendino, esponente del Movimento 5 Stelle, tenterà il tutto per tutto per sottrarglielo. Nell’attesa di sapere chi avrà la meglio, approfondiamo i loro programmi elettorali e proviamo a capirne di più mettendoli schematicamente a confronto.

    LEGGI ANCHE: Chi è Piero Fassino
    LEGGI ANCHE: Chi è Chiara Appendino



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    Agenzia per lo Sviluppo per attrarre investimenti e fondi europei per industrie, terziario e servizi. Agevolazioni fiscali e meno tasse per chi investe qui e crea nuovo lavoro. Sostegno alla ricollocazione dei lavoratori in mobilità. Cantieri di lavoro e più impieghi di utilità sociale. Valorizzazione delle attività commerciali di quartiere. Burocrazia zero: sportelli unici per imprese, commercianti e artigiani, professionisti e cittadini. Programmi di formazione professionale. Vogliamo privilegiare il tessuto commerciale composto da tantissime micro imprese che rendono vivo e sicuro il territorio cittadino. Vogliamo valorizzare e rendere più efficienti i mercati cittadini, consentendo agli operatori di avere certezza dei costi per l’utilizzo delle strutture comunali. Intendiamo favorire l’insediamento di nuove imprese, perché Torino diventi una città di opportunità per le start up.



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    Riorganizzazione dei servizi per favorire la conciliazione lavoro/famiglia, sperimentando nuovi orari di nidi e scuole materne e favorendo il telelavoro.
    Tutela dei diritti e delle garanzie di lavoratori e lavoratrici.
    Promozione di imprenditoria femminile e del talento delle donne.
    Giunta comunale paritaria e parità di genere nelle nomine in enti, fondazioni e società.
    Azioni di contrasto alla violenza contro le donne e di tutela della loro vita quotidiana.
    Progetti per valorizzare le capacità e i talenti delle donne migranti.
    Promozione dell’integrazione multiculturale e multi-religiosa.
    Contrasto a ogni forma di omofobia, tutelando il diritto di ogni persona di vivere liberamente il proprio orientamento sessuale.
    La comunità urbana che vogliamo costruire si basa su tre valori fondamentali: l’inclusione, affinché chi vive in questa città si senta parte di essa, le pari opportunità, poiché riteniamo che tutti, a prescindere dall’orientamento sessuale, possano avere pari diritti di amare e di realizzarsi pienamente, e la lotta alle discriminazioni, perché pensiamo che non vi debba essere paura di esprimere ciò che siamo in tutti gli aspetti che caratterizzano ciascuno di noi.
    Trasparenza: garantire una buona e proficua gestione dei fondi per l’accoglienza e l’inclusione.
    No al business dell’accoglienza: impedire che l’accoglienza diventi uno strumento di spartizione di potere e denaro, creazione di clientele e gestione di influenze politiche.
    Inclusione sociale: riduzione della tensione sociale in città attraverso il miglioramento dei servizi primari ai cittadini.
    Legalità: realizzazione delle condizioni che favoriscano la permanenza legale degli stranieri sul territorio e contrasto alle forme di criminalità diffusa. Lotta alle discriminazioni: contrasto a forme di discriminazione xenofoba.



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    10 milioni all’anno per la manutenzione straordinaria della città.
    Ripulitura dei muri da graffiti e atti vandalici su edifici pubblici e sgravi fiscali per gli interventi sugli edifici privati.
    Copertura al 100% della nuova illuminazione a led.
    Volontari civici nei parchi, davanti alle scuole e in luoghi di interesse pubblico.
    Regole per una movida rispettosa della convivenza.
    Maggiori controlli e sanzioni per la pulizia dei marciapiedi.
    Ampliamento delle aree dedicate ai cani.
    Si punterà ad avere un arredo urbano curato, mobilità facilitata, mix sociale, spazi per l’aggregazione e la cultura diffusi, piccolo commercio di vicinato, aree per l’insediamento di piccole attività artigianali, aree verdi attrezzate, orti urbani, giardini edibili (con alberi da frutto). Occorre contemporaneamente disincentivare la mobilità privata e promuovere e rendere più competitivo il trasporto pubblico, anche nelle nuove forme della sharing economy.



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    Promozione della mobilità sostenibile: bike e car sharing, pedonalizzazioni, mobilità elettrica.
    Biciplan: 100 nuove stazioni di bike sharing, estensione e riqualificazione delle piste ciclabili.
    Trasporto pubblico che viene valorizzato ed esteso, il recupero di spazi contesi per la mobilità dolce, il rinforzo della legalità e della sicurezza sulle strade cittadine, la riduzione dei danni generati da una mobilità distorta, l’educazione e l’informazione, una gestione più efficiente e moderna del trasporto merci. E poi la promozione della mobilità elettrica, dello sharing, dell’uso della bicicletta, la riduzione della congestione, sono altre tessere che completano il mosaico di una Torino finalmente trasformata.



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    50 milioni all’anno per i servizi educativi.
    Asili nido e scuole dell’infanzia: azzeramento delle liste d’attesa, iscrizione unificata online, assunzione di nuovo personale.
    Scuole dell’infanzia internazionali in tutte le circoscrizioni.
    Scuole accoglienti, sicure: programma di manutenzione e riqualificazione, comprese aree verdi e palestre.
    Piano adolescenti: recupero della dispersione scolastica, contrasto alle dipendenze, al bullismo, all’omofobia.
    Servizi e sostegni all’imprenditoria giovanile.
    Promozione di FabLab, LivingLab e Coworking.
    Stage scuola lavoro e programmi di formazione professionale.
    Erasmus cittadino.
    Almeno il 30% di giovani sotto i 40 anni nei posti di responsabilità della pubblica amministrazione e nelle società comunali.
    Nuovi investimenti su Case del Quartiere e Centri giovanili.
    Programmi di housing sociale per giovani coppie.

    Internet più veloce per tutti grazie al nuovo piano di banda ultra larga.
    Da 5000 a 8000 posti letto nelle residenze universitarie con soluzioni abitative a basso costo.

    La nostra prima azione sarà di costruire reti di supporto tra comunità scolastiche, con percorsi di condivisione con le famiglie, le istituzioni, il personale comunale e gli altri docenti del sistema integrato.
    Un elemento centrale del servizio, che deve essere di qualità sempre crescente, è il servizio mensa (diminuzione tariffe e aumento qualità).



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    Prima città italiana a creare il ‘Distretto Culturale’ con musei, palazzi storici e siti culturali del centro storico.
    Riqualificazione della Cavallerizza Reale e di Torino Esposizioni.
    Creazione del Polo dell’Arte Contemporanea.
    Off Broadway a Torino: atelier per giovani artisti.
    Biblioteche, librerie e gruppi culturali di territorio in ogni quartiere.
    Supporto alla street art e alla creatività giovanile.
    Nuovi campeggi e aree camper, ostelli della gioventù e sostegno alla ricettività alberghiera.
    Promozione del turismo di settore: cibo, spiritualità, concerti, congressi.
    Piano regolatore dello sport, palestre a cielo aperto, riqualificazione degli impianti sportivi.
    Crediamo in una cultura che prenda la rincorsa nel passato per lanciarsi verso il domani, una cultura che solo se è di tutti può essere per tutti. Torino è un patrimonio inestimabile di Storia, di arte e di talenti visionari. Inoltre promuoveremo lo sport nelle scuole, valorizzeremo le iniziative locali ma anche gli sport cosiddetti “minori”. Presteremo maggiore attenzione alla manutenzione dell’impiantistica, bene comune dei cittadini, e ci porremo come obiettivo lo snellimento della burocrazia, col fine di migliorare e facilitare i servizi agli utenti.



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    Patto per la Sicurezza con il Governo e 100 agenti di Polizia in più.
    Intensificazione di controlli congiunti Polizia municipale, Polizia, Carabinieri, per il contrasto allo spaccio e microcriminalità.
    Numero speciale di pronto intervento e assistenza legale per anziani vittime di truffe e furti.
    Installazione di videocamere nelle aree a rischio.
    Superamento dei campi rom, con soluzioni abitative alternative.
    Aumento degli agenti della Polizia Municipale nelle zone più critiche e di notte.
    Potenziamento alla lotta all’abusivismo commerciale.
    Aumento dei controlli amministrativi e delle sanzioni a chi vende alcolici ai minorenni.
    Programmi di educazione alla legalità nelle scuole.
    Controllo del territorio, azioni dirette contro i fenomeni criminali, contrasto al degrado urbano, regolazione della viabilità e controllo capillare del rispetto delle regole si fondano tutti sul rapporto con le persone e sulla necessità che ogni azione di polizia apra anche altre possibilità, se servono: attivazioni del Servizio Sociale, del Servizio Sanitario, dei Servizi Territoriali per la casa, dei Servizi Tecnici, dei Servizi Educativi.



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    50 milioni all’anno per servizi sociali e assistenziali.
    Sportello unico su lavoro, assistenza e casa, per rendere più semplice la vita dei cittadini.
    Agevolazioni per famiglie numerose o con anziani a carico.
    Incentivi tributari per favorire l’affitto di alloggi a canone calmierato.
    Ulteriore dotazione del fondo salva sfratti.
    Assistenza e sostegno alle persone non autosufficienti o disabili.
    Azioni per l’invecchiamento attivo e il volontariato civico.
    Programmi di accompagnamento e protezione delle persone sole.
    Abbiamo intenzione di lottare affinché a livello nazionale si istituisca il reddito di cittadinanza, immaginando intanto interventi locali di contrasto alla povertà e aiuti economici per sostenere i cittadini anche attraverso metodi alternativi di pagamento (lavori socialmente utili, baratto amministrativo, Banca del Tempo). Sostegno ai giovani senza lavoro, piani per la casa che è un diritto per tutti.



    Piero Fassino
    Chiara Appendino
    Fassino si concentra sulla riqualificazione massiva delle periferie.
    Metro 1 a Bengasi e Metro 2 da Mirafiori a Barriera di Milano.
    Città della Salute per continuare a trasformare l’area del Lingotto.
    Completamento del boulevard del passante ferroviario fino a Corso Grosseto e connessione con tangenziale e Caselle.
    Riqualificazione delle aree industriali di Mirafiori e B. San Paolo.
    Nuovo Parco dei laghetti della Falchera.
    Cittadella sportiva alla Continassa/Vallette.
    Campus Universitari: raddoppio Politecnico, Parco Scientifico a Grugliasco, Scienze Motorie nell’Ex Manifattura Tabacchi.
    Riqualificazione di Borgata Aurora-Vanchiglia e Borgo Vittoria.
    Recupero del Palazzo del lavoro di Italia ’61.
    Ricostruzione dello stadio Filadelfia.
    L’Appendino invece, si focalizza più sulla gestione e la cura dell’ambiente in senso più ampio.
    Difendere la salute e la qualità di vita della cittadinanza, salvaguardare l’ambiente quale bene di tutti per migliorare la qualità di vita, ridurre lo spreco di risorse naturali e il diritto ad una mobilità sostenibile ed efficiente sono i valori fondanti del nostro programma. Ridurre la produzione di rifiuti, ridurre l’inquinamento in tutte le sue matrici, migliorare la vivibilità degli spazi verdi e degli spazi comuni e interventi di formazione e sensibilizzazione sono alcuni dei nostri obiettivi.

    2200

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI