Elezioni comunali Roma: ballottaggio tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti

Elezioni comunali Roma: ballottaggio tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti

Chi sarà il nuovo sindaco della Capitale?

    Elezioni comunali Roma: ballottaggio tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti

    Le proiezioni delle elezioni comunali di Roma annunciano vincitrice del primo turno Virginia Raggi, nettamente in testa. Al ballottaggio del 19 giugno sfiderà Roberto Giachetti del PD. Domenica 5 giugno i romani si sono recati alle urne, dalle 7 alle 23, per eleggere il successore di Ignazio Marino e del commissario straordinario Francesco Paolo Tronca al Campidoglio. Una poltrona che scotta, viste le difficili condizioni in cui versa la Capitale. E i risultati delle elezioni di Roma serviranno anche ai partiti come termometro politico nazionale.



    Virginia Raggi ha commentato così su Facebook la travolgente vittoria al primo turno delle Comunali: “Felice per questo primo storico risultato! Grazie a tutti, ma davvero a tutti, quelli che credono al cambiamento! Abbiamo altri 15 giorni per convincere gli indecisi che è possibile immaginare e costruire un futuro diverso, migliore. Facciamogli capire che abbiamo il dovere, il DOVERE, di provare a dare un senso a questa bellissima città: possiamo cambiare la storia, tutti insieme”.



    A 2117 sezioni scrutinate su 2600, insomma i risultati praticamente definitivi, il Movimento 5 Stelle è il primo partito della Capitale. Virginia Raggi ha preso il 35,6% dei voti. La sfida nella sfida, quella per il ballottaggio con l’avvocato, è stata vinta da Giachetti con il 24,7% dei voti. Giorgia Meloni, che le prime proiezioni della scorsa notte avevano dato in gioco, si è attestata al 20,7%. Flop per Marchini, che ha preso solo il 10,8% (la sola lista di Forza Italia il 4,2%) e per Fassina (4,5%).



    Secondo le prime proiezioni (copertura 5%, EMG Acqua), la Raggi è in testa con il 32% dei voti. Smentiti gli exit poll (che davano Giachetti in netto vantaggio) sullo sfidante dell’eventuale ballottaggio: è testa a testa tra Giachetti (22%) e Meloni (23%). Staccati Marchini (15%) e Fassina (6%).


    Gli exit poll delle 23.30 (EMG Acqua) hanno confermato il risultato della Raggi, al 34-38%. Segue sempre Giachetti al 21,5-25,5%. Se i risultati fossero confermati dai dati reali, sarebbe ballottaggio tra M5S e PD. Migliora di poco la Meloni, al 18-22%. Confermati quarto Marchini (10-14%), e quinto Fassina (3-6%).


    Gli exit poll (EMG Acqua) delle 23 hanno premiato la candidata del Movimento 5 Stelle: Virginia Raggi è in testa con il 34-38% dei voti. Secondo Giachetti, PD, con il 20-24%. Se questa previsione fosse confermata, sarebbe lui a sfidare la Raggi nel ballottaggio nel 19 giugno. Terza la Meloni, 16-20%, quarto Marchini, 10-14%, quinto Fassina 3-6%.

    ELEZIONI ROMA, COME SI VOTA

    Tanti i candidati in gioco. Ricordiamo i principali. Dopo la vittoria alle Primarie di marzo, il candidato PD è Roberto Giachetti. Virginia Raggi è la candidata sindaco del M5S, dopo la vittoria alle Comunarie, la consultazione online tra gli iscritti al Movimento. Centrodestra spaccato: Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, corre da sola appoggiata dalla Lega di Matteo Salvini. Silvio Berlusconi, dopo aver candidato Guido Bertolaso, all’ultimo ha deciso di sostenere Alfio Marchini, quindi non più totalmente indipendente dai partiti come rivendicato finora. Stefano Fassina con Sinistra Italiana si è invece staccato dal PD.
    Per votare i romani si sono recati al seggio dalle 7 alle 23 di domenica 5 giugno presentando documento d’identità e tessera elettorale. Nella parte interna della scheda elettorale c’erano i nomi dei candidati, nell’ordine stabilito dal sorteggio. Sotto i nomi i simboli delle liste collegate. Nel riquadro di ogni simbolo, a destra, sono state tracciate due righe per consentire all’elettore di esprimere uno o due voti di preferenza per candidati della lista, scrivendo il cognome. In vigore la regola della doppia preferenza di genere: la seconda eventuale preferenza è stata data a un candidato o una candidata di genere diverso dal primo.

    Oltre al sindaco, i romani hanno votato per eleggere il presidente e i consiglieri di 14 dei 15 municipi della Capitale.


    PROVINCIA
    Affluenza ore 12:00
    Affluenza ore 19:00
    Affluenza ore 23:00
    FROSINONE
    21,90%
    56,21%
    74,27%
    LATINA
    21,93%
    53,77%
    70,97%
    RIETI
    24,06%
    59,93%
    77,91%
    ROMA (provincia)
    14,81%
    40,68%
    58,42%
    ROMA (comune)
    14,12%
    39,39%
    57,19%
    VITERBO
    21,71%
    57,16%
    76,14%


    Roma: Comunali,  Silvio Berlusconi al voto

    SILVIO BERLUSCONI: fra i big della politica il primo a recarsi ai seggi per votare è stato Silvio Berlusconi, avvistato verso le 10:00 al seggio del Liceo Classico Visconti in Piazza del Collegio Romano. Il presidente di Forza Italia, che nella corsa al Campidoglio sostiene Alfio Marchini, ha trasferito la sua residenza da Arcore alla capitale nel settembre del 2013 prima della condanna definitiva per frode fiscale nell’ambito del processo Mediaset-diritti Tv e non ha potuto votare fino alla primavera scorsa perché condannato anche all’interdizione dai pubblici uffici. Berlusconi ha anche avuto tempo per scherzare con i giornalisti: “La mia sopravvivenza a 73 processi la definirei eroica. Pensate che invece di andare a donne ho fatto tre pomeriggi alla settimana con i miei avvocati”. Poi Berusconi, sfiorandosi l’orecchio sinistro, ha aggiunto: “Non vorrei che qualcuno pensasse che…”
    I presenti hanno replicato in coro: “Su quello non c’è pericolo, presidente”.


    ROBERTO GIACHETTI: “Io ho votato, fatelo anche voi! Si vota solo oggi, fino alle 23″. Così Roberto Giachetti, candidato sindaco del centrosinistra per il Campidoglio, sul suo profilo Twitter, accompagnando il commento con una fotografia nel seggio elettorale di via Fonteiana, nel quartiere romano di Monteverde.


    GIORGIA MELONI: “Io ho votato. Voi? Si vota solo oggi fino alle 23. #BuonVoto”. Lo scrive su Twitter la leader di Fdi e candidata per la corsa al Campidoglio Giorgia Meloni, che ha votato al seggio di viale Erminio Spalla, 36 a Roma, nella zona di Grotta Perfetta.

    ALFIO MARCHINI: Il candidato di Berlusconi scrive su Facebook “Io ho votato, ora vado a salutare la mia cara amica Suor Paola e poi trascorrerò il pomeriggio con i miei figli. Per chi non avesse ancora votato, ricordatevi che c’è tempo fino a questa sera alle 23″.

    VIRGINIA RAGGI: sintesi e giochi di parole per la candidata del Movimento 5 Stelle, che scrive su Facebook “È la nostra occasione ‪#‎coRAGGIo”‬.

    STEFANO FASSINA: per il candidato delle sinistre un augurio sintetico su Facebook, accompagnato da un’informazione d’uso: “Buon voto a tutti! (Si vota solo oggi, fino alle 23)”.

    MARIO ADINOLFI: la polemica corre su Facebook. Il post scritto da Adinolfi recita così: “E pure stavolta gli esperti nun c’hanno capito niente. Urne deserte? Affluenza 18% alle 12 significa 60% alle 23, forse di più”.


    LAURA BOLDRINI: “Al voto per il Comune di Roma. Oggi si decide il futuro della nostra città”. Lo scrive la presidente della Camera, Laura Boldrini, dopo aver espresso la sua preferenza per le amministrative della capitale.

    2096

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI