Elezioni Roma, il programma di Giorgia Meloni

Gli obiettivi della leader di Fratelli d'Italia appoggiata da Salvini

da , il

    Giorgia Meloni ha presentato il suo programma in vista delle elezioni comunali di Roma. La leader di Fratelli d’Italia è appoggiata da Matteo Salvini ma non da Silvio Berlusconi, che alla fine ha virato verso il più moderato Alfio Marchini. Vediamo i punti principali del programma della Meloni, presentati lunedì 16 maggio presso il suo comitato elettorale.

    LEGGI ANCHE: Il programma di Virginia Raggi

    LEGGI ANCHE: Il programma di Alfio Marchini

    LEGGI ANCHE: Il programma di Roberto Giachetti

    Poteri speciali alla Capitale

    “Roma non può essere amministrata con i poteri di un Comune di mille abitanti: servono poteri speciali e risorse aggiuntive come accade per le altre capitali europee”.

    Meno sprechi

    “I romani fanno la loro parte con l’addizionale IRPEF più alta d’Italia, Roma faccia la sua parte con bilanci in ordine senza sprechi”. L’obiettivo è “ridiscutere il debito rivedendo i contratti derivati”, e la riconoscenza da parte dello Stato degli arretrati per Roma Capitale.

    Lotta alla corruzione

    Lotta alla corruzione e all’illegalità, “perché la corruzione ci costa più di un miliardo l’anno ed è una tassa che pagano gli onesti”. Trasparenza e controlli severi: “Vogliamo un responsabile anticorruzione indipendente e premiare i cittadini e le imprese che hanno il coraggio di denunciare i corrotti”.

    Macchina comunale efficiente

    “Una macchina comunale che funzioni, grazie al lavoro serio dei dipendenti comunali”, e municipalizzate “organizzate ed efficienti”, con dirigenti scelti con presentazione di piano industriale e curriculum.

    Rifiuti e lotta al degrado

    Lotta alla sporcizia e al degrado, con l’obiettivo dei rifiuti zero: “Si può fare con la regola delle quattro R: riduzione, riutilizzo, riciclo, recupero”. Raccolta differenziata porta a porta e via i cassonetti, cestini a ogni angolo multe salatissime a chi sporca o imbratta i muri.

    Rifacimento delle strade e risoluzione buche

    Per il rifacimento delle strade è previsto un piano straordinario di 250 milioni l’anno per 5 anni: “Controlli veri e severi. Chi sbaglia paga e rifa i lavori a spese sue”. Lavori e manutenzione ai privati in cambio di visibilità.

    Completamento Metro C e trasporto efficiente

    Completiamo della Metro C, per tutta la tratta prevista in partenza fino a Roma Nord. “Nuove metro coinvolgendo i privati, completamento dell’anello ferroviario”, potenziamento della rete tranviaria, più mezzi e più corse, e lotta all’evasione: “tornelli non scavalcabili nelle metro e bigliettaio sugli autobus, che garantisce anche più sicurezza e più decoro”.

    Sicurezza e campi rom

    Sgombero dei campi rom e degli stabili occupati, chiusura delle moschee abusive, contrasto all’abusivismo e alla contraffazione. “Basta con l’accattonaggio ad ogni angolo, con i quartieri dello spaccio e con la prostituzione per strada”.

    Quoziente familiare e asili nido

    “Quoziente familiare, asili nido per tutti e scuole aperte il pomeriggio e durante l’estate. Preferenza ai romani in tutte le graduatorie dei servizi sociali”.

    Commercio

    Lotta alla contraffazione, rilancio della Fiera di Roma. “Puntiamo all’artigianato locale di alta qualità, valorizziamo i nostri mercati rionali e apriamone di nuovi”.

    Turismo

    “Trasformare l’area dei Fori nel più grande parco archeologico d’Europa”, coinvolgimento dei privati per valorizzare il patrimonio artistico e archeologico. Musei in periferia, attrazioni turistiche 365 giorni l’anno, rilancio del turismo a Ostia.