Come diventare scrutatore o presidente di seggio per le elezioni

Come diventare scrutatore o presidente di seggio per le elezioni

Una mini guida da conoscere

    Come diventare scrutatore o presidente di seggio per le elezioni

    Come diventare scrutatore o presidente di seggio in occasione delle elezioni amministrative, politiche o per i referendum? Riuscire a farsi impiegare come scrutatore, segretario o presidente durante le votazioni può essere una possibilità di guadagno per chi è ancora disoccupato. Il compenso riconosciuto agli scrutatori non è altissimo, ma può essere un punto di partenza visto che trovare un vero lavoro di questi tempi resta ancora un’impresa difficile. Ecco una semplice mini guida su come fare gli scrutatori per le elezioni.

    Scrutatore, segretario e presidente di seggio: queste tre figure sono pubblici ufficiali temporanei e hanno il compito di preparare il seggio ad accogliere e registrare gli elettori, di sorvegliare sul corretto svolgimento delle operazioni di voto, di conteggiare le schede e di stilare accurati report su tutte le attività svolte. Ciascun seggio è composto da un presidente, un segretario e tre scrutatori, anche se in alcune circoscrizioni possono essere quattro.

    Come vengono scelti? Scrutatori e presidente sono nominati istituzionalmente, i primi tramite commissione elettorale comunale, il secondo dalla Corte d’Appello di competenza, mentre il segretario è nominato d’ufficio dal presidente. Prerogativa per tutti è essere registrati nelle liste elettorali comunali ed essersi iscritti negli appositi albi.

    LEGGI ANCHE COME OTTENERE LA TESSERA ELETTORALE

    Per diventare scrutatore è necessario essere iscritti all’Albo Unico degli Scrutatori di Seggio Elettorale. Lo si può fare entro il 30 novembre di ogni anno presso l’ufficio anagrafe del comune dove si è registrati nelle liste elettorali. E bisogna anche possedere altri requisiti come la cittadinanza italiana; età compresa tra 18 e 70 anni, avere frequentato la scuola dell’obbligo, e ovviamente essere iscritti nelle liste elettorali del Comune.

    LEGGI ANCHE I COMPENSI DI SCRUTATORI, SEGRETARI E PRESIDENTI

    L’iscrizione è gratuita e vitalizia ed è propedeutica alla chiamata diretta da parte della commissione elettorale. Per diventare presidente, invece, è necessario iscriversi allo specifico Albo facendo domanda alla Corte d’Appello di competenza. Anche in questo caso la domanda è gratuita e vitalizia, ma deve essere effettuata tassativamente entro il 31 ottobre di ogni anno.

    LEGGI ANCHE COME SI DIVENTA PRESIDENTE DI SEGGIO

    Per il ruolo di segretario, infine, oltre alla cittadinanza italiana e l’iscrizione nelle liste elettorali è richiesto il possesso di un diploma di scuola superiore, titolo necessario anche per ricoprire l’incarico di Presidente. Quest’ultimo non può però essere un dipendente comunale o del Ministero dell’Interno, del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, né un appartenente delle Forze Armate in servizio o un medico. Sono esclusi dall’incarico anche i partecipanti alle elezioni in qualità di candidati e i rappresentanti di lista.

    525

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI