Cuperlo a Renzi: ”Ti manca la statura del leader anche se coltivi l’arroganza del capo”

Cuperlo a Renzi: ”Ti manca la statura del leader anche se coltivi l’arroganza del capo”

L’affondo dei Dem al segretario del Pd parte da Gianni Cuperlo

    Cuperlo a Renzi: non hai la statura da leader

    Gianni Cuperlo alla riunione della Direzione del Pd ha criticato il premier per la vicenda Tempa Rossa, e rivolgendosi proprio a Matteo Renzi, non ha risparmiato l’affondo sulla politica economica del governo e sulla conduzione del partito. Alla Direzione del Pd, rivolto al segretario, Cuperlo ha concluso il suo intervento con una stoccata: ”Sento il peso di stare in un partito che sembra aver perso le proprie ragioni. Mi è sembrato giusto dirtelo come piace a te: In faccia“.

    A proposito del caso Tempa Rossa, Cuperlo chiarisce: ”Non basta che tu abbia rivendicato la decisione dell’emendamento. Il punto è la catena decisionale”, perché nel merito questa è ”un campo che investe il modello di sviluppo. La questione non è una telefonata, ma il processo decisionale, il ruolo del Parlamento e anche il ruolo del nostro partito”.

    LEGGI ANCHE COSA STA SUCCEDENDO IN BASILICATA DOPO L’AVVIO DELLE INCHIESTE SU ENI

    Poi è il momento della critica alla politica economica del governo che ”mostra un limite nell’impianto”. ”Nel merito e nel metodo, non guidi le riforme che servono a un paese in crisi come il nostro”. ”Tu hai scommesso sulla defiscalizzazione che è diverso dagli investimenti pubblici, che hanno un moltiplicatore molto più alto” in termini di sviluppo e occupazione.

    L’esponente della minoranza ha poi passato al setaccio le parole di Renzi sulle riforme e sul referendum: ”Ancora l’altro ieri hai usato la riforma costituzionale come non si deve usare: hai detto che le opposizioni tentano di bloccarle ma a ottobre saranno spazzate via. E chi dovrebbe rimanere dopo? Pensi di dare una democrazia piu’ solida? Così quando ci sarà un’altra maggioranza si sentirà autorizzata a cambiare la costituzione.

    Il referendum non è il tuo referendum, ma è un referendum per superare il bicameralismo. Piu’ lo personalizzi piu’ aumenti i motivi didissenso anche dentro il tuo partito“.

    E sempre durante la riunione della direzione PD del 04-04-2016, Cuperlo ha poi concluso: ”Hai chiesto il voto per fare il segretario ma non lo stai facendo e spingi qualcuno a uscire. Ed io sento il peso di stare in un partito che sembra aver perso le proprie ragioni”. ”Matteo penso che tu sia profondamente onesto e appassionato per la politica. Ma non ti stai mostrando all’altezza del ruolo che ricopri, ti manca la statura del leader anche se coltivi l’arroganza del capo

    461

     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI