Milano, Marco Cappato candidato sindaco per i Radicali

Milano, Marco Cappato candidato sindaco per i Radicali

Il consigliere comunale scende in campo in nome del progetto referendario iniziato sei anni fa

da in Candidati sindaci, Elezioni, Elezioni amministrative 2016, Politica
Ultimo aggiornamento:
    Milano, Marco Cappato candidato sindaco per i Radicali

    Dal 2011 ricopre la carica di Consigliere comunale a Milano ed è Presidente del Gruppo Radicale – federalista europeo. Ora, Marco Cappato decide di scendere in campo e si candida a sindaco di Milano. L’annuncio è stato dato durante una conferenza stampa a Palazzo Marino. In vista delle prossime elezioni amministrative i Radicali presenteranno una propria lista e Marco Cappato sarà il candidato sindaco.

    LEGGI ANCHE >>> INTERVISTA A MARCO CAPPATO SU EUTANASIA IN ITALIA

    A spingere il Presidente del Gruppo Radicale – federalista europeo a scendere in campo è stato l’arresto subito dal referendum proposto ad ottobre dall’associazione Enzo Tortora e riguardante la qualità dell’ambiente e la mobilità sostenibile a Milano. L’idea dunque è quella di portare avanti gli obiettivi proposti nei quattro quesiti del referendum promosso e riguardanti: case popolari nuove senza consumo di suolo, allargamento area c, riapertura dei navigli e ampliamento aree verdi, tutti finanziati con la vendita delle partecipate del Comune. “Per rispetto a un progetto che dura da 6 anni diciamo che noi ci presentiamo con una lista radicale a Milano che indica me, Marco Cappato, come candidato sindaco”, ha detto il consigliere comunale in conferenza stampa. “Saremo attenti a valutare se l’insieme dei poteri di questa città saprà salvare il progetto referendario. In quel caso valuteremo” ha continuato Marco Cappato e ha aggiunto: “Se questo insieme di potere volesse salvare il referendum può farlo.

    Noi oggi facciamo fatica ad avere un interlocutore. È un insieme di ostacoli che ha portato al sabotaggio amministrativo-politico del referendum. A queste condizioni noi non siamo in grado di portarlo avanti”. Oltre all’applicazione di quanto richiesto con il referendum, obiettivi del consigliere comunale candidato a sindaco sono: “Legalità, rispetto delle regole e partecipazione popolare”. Se non c’è la possibilità di votare per il referendum, almeno i cittadini milanesi potranno votare una lista radicale, questa l’idea del Presidente del Gruppo Radicale – federalista europeo. Marco Cappato si aggiunge dunque all’elenco dei candidati sindaco di Milano.

    Classe 1971, dopo essere stato responsabile del Partito Radicale Transnazionale alle Nazioni Unite di New York, Marco Cappato è stato per cinque anni Deputato europeo (Dal 1999 al 2004) della Lista Bonino. Fondatore del Congresso mondiale per la libertà di ricerca scientifica è anche promotore della campagna ‘Eutanasia legale’.

    490

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Candidati sindaciElezioniElezioni amministrative 2016Politica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI