Eva Klotz difende la sua pensione d’oro da 946mila euro: ‘Mi spettano’

Eva Klotz difende la sua pensione d’oro da 946mila euro: ‘Mi spettano’

Sostiene che nulla le è stato regalato

da in Pensioni, Politica, Politici italiani
Ultimo aggiornamento:
    Eva Klotz difende la sua pensione d’oro da 946mila euro: ‘Mi spettano’

    Eva Klotz ha prestato servizio come consigliera provinciale del Trentino Alto Adige per 31 anni e ora si ritrova un vitalizio da capogiro: ben 946mila euro. Pensione d’oro? Assolutamente no, lei difende il suo patrimonio: ‘Mi spettano’.

    Nemmeno due anni fa, nell’efficiente regione del Tentino Alto Adige, era scoppiato il caso delle pensioni d’oro e ora la questione è tornata sotto la lente di ingrandimento.

    Di recente, la presidente del consiglio regionale Chiara Avanzo, nel corso di un’interrogazione, ha dichiarato che nel frattempo, altri due ex consiglieri hanno maturato i requisiti per ottenere questi anticipi d’oro sulla pensione: l’ex assessore provinciale trentino Marco Benedetti e appunto, la Klotz.

    La consigliera ha spiegato nel dettaglio all’Ansa la sua posizione, sottolineando che nulla le è stato regalato:

    ‘Non si tratta di un anticipo sulla pensione, ma di un compenso per il fatto che la mia pensione mensile è stata quasi dimezzata da 7.000 euro a 2.800 euro. Sono stata in consiglio regionale per 31 anni e nel 2003 avevo già maturato i requisiti per la pensione e da ex consigliera all’epoca avrei ricevuto circa 6.000 euro al mese’.

    Inoltre, ha aggiunto che non ha mai smesso di versare contributi:

    ‘Sono rimasta in consiglio fino al 2014 e ho continuato a versare contributi per 11 anni.

    Ho ricevuto quanto previsto dalla legge. Di certo non ho bisogno di una Porsche oppure di una pelliccia, ma userò questi soldi per l’impegno politico a favore dell’autodeterminazione del Sudtirolo’.

    294

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN PensioniPoliticaPolitici italiani
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI