Rimpasto governo Renzi: i nomi di chi cambia poltrona

Rimpasto governo Renzi: i nomi di chi cambia poltrona

    Renzi e Alfano

    Scatta il rimpasto nel governo Renzi: tredici i parlamentari che cambiano poltrona. L’esecutivo passa così da 56 a 64 membri, con la nomina di cariche rimaste vacanti da mesi. Quattro sottosegretari cambiano ministero, scelto il sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Fa il pienone il ministro dell’Interno Angelino Alfano: ben otto delle nomine riguardano infatti il suo Nuovo Centro Destra. L’Ncd, partito di ispirazione cristiana, viene premiato proprio a pochi giorni dal voto al ddl Cirinnà sulle unioni civili. Chi sono i politici finiti nel rimpasto?

    Enrico Costa

    Sarà una delle nomine più discusse. Enrico Costa (Ncd), ora viceministro alla Giustizia, diventa titolare degli Affari regionali (carica vacante da un anno) con delega alla Famiglia. Pesante, per il relatore del contestato Lodo Alfano, questa delega proprio a pochi giorni dal voto al ddl Cirinnà sulle unioni civili.

    Mario Giro

    Mario Giro (Democrazia solidale) viene promosso da sottosegretario a viceministro agli Esteri. Per lui, già consigliere del ministro Andrea Riccardi del governo Monti, la delega all’immigrazione.

    gennaro migliore

    Gennaro Migliore (Pd) è stato promosso come sottosegretario al ministero della Giustizia. Migliore fu l’ex capogruppo di Sel che passò tra le file dei renziani in diretta su Raitre a Ballarò.

    chiavaroli_federica

    Come Migliore, anche Federica Chiavaroli (Ncd) diventa sottosegretario al ministero della Giustizia. Chiavaroli fu senatrice Pdl prima di aderire al progetto di Alfano.

    ivan scalfarotto

    Ivan Scalfarotto (Pd), da sottosegretario alle Riforme passa al ministero dello Sviluppo economico. Sostituisce Carlo Calenda, da marzo nuovo rappresentante dell’Italia per l’Unione Europea a Bruxelles. Omosessuale e attivista per i diritti gay, sostiene il ddl Cirinnà.

    antonio gentile

    Insieme a Scalfarotto va allo Sviluppo economico anche Antonio Gentile (Ncd), dimessosi dopo appena 72 ore da sottosegretario ai Trasporti, dopo l’accusa di aver fatto pressioni su un quotidiano calabrese affinché non pubblicasse l’inchiesta sul figlio.

    antimo cesaro

    Antimo Cesaro (Scelta civica) è uno dei due nuovi sottosegretari alla Cultura, dove si era liberato il posto della deputata del Pd Francesca Barracciu, rinviata a giudizio per presunte spese pazze.

    DORINA BIANCHI

    Come Cesaro, anche Dorina Bianchi (Ncd) diventa nuovo sottosegretario alla Cultura. Vanta esperienze politiche in tutti i partiti, dalla Margherita al Pd, dall’Udc al Pdl, prima di dire sì all’Ncd.

    teresa bellanova

    Tra i parlamentari pronti a cambiare poltrona figura Teresa Bellanova (Pd). Nata come sindacalista, da sottosegretario al lavoro è diventata nuovo viceministro allo Sviluppo economico.

    Bari Mezzogiorno Di Fuoco

    Enzo Amendola (Pd) diventa sottosegretario agli Affari esteri e della Cooperazione internazionale.

    simona vicari

    Simona Vicari (Ncd) da sottosegretario allo Sviluppo passa al ministero delle Infrastrutture.

    tommaso nannicini

    Promozione infine anche per Tommaso Nannicini, attuale consulente economico del premier Matteo Renzi, diventato sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Renzi lo aveva annunciato la scorsa settimana.

    1107

    PIÙ POPOLARI